50ml a Milano: la profumeria di riferimento della Generazione Z

Fabio e Matteo Stringhini sono le menti dietro il concept di una delle profumerie più di tendenza a Milano: 50ml. Una realtà giovane e dinamica, con un pubblico anch’esso giovane.

E non potrebbe essere altrimenti dato che tutto è partito dall’ecommerce. Era il lontano 2013 e Fabio, che veniva da esperienze lavorative all’estero, di ritorno in Italia, pieno di entusiasmo, aprì un e-commerce con l’idea di fare product placement nel mondo beauty. Ma il mercato italiano non era pronto. Le aziende, e i distributori, erano decisamente poco ricettivi verso lo shopping online. E tutt’oggi, se non fosse stato per il Covid, che ha obbligato tante profumerie ad aprire uno e-shopping, la situazione sarebbe rimasta immutata.

Fabio nonostante tutto decise di continuare la sua avventura puntando sulla nicchia. Una scelta che si è rivelata vincente.

A dicembre 2017, forti dei successi, e della crescita esponenziale di utenti sul sito, i due fratelli aprono un punto fisico a Milano, 50ml, per dare un’esperienza omnicanale e portare traffico al sito grazie eventi o altre iniziative. Non ultimo per loro fondamentale conoscere meglio il cliente e le dinamiche acquisto.

Il negozio diventa in poco tempo uno dei punti di riferimento della generazione Z, merito della ricerca e l’accurata selezione di brand di nicchia, ma anche l’attenzione per il consumatore. Non ultimo l’immagine. Pareti rosa tenue e un grande tavolo centrale, dove prima del Covid i clienti si confrontavano tra loro sull’evoluzione delle fragranze. 

Fabio e Matteo 50ml è ormai il luogo d’elezione dei giovani milanesi appassionati di beauty e fragranze. Qual è l’età media dei vostri clienti? Tra i 25 e 35 anni, con un’alta percentuale di donne. L’età media si è abbassata molto quando l’influencer Giulia Torelli di Rock and Fiocc ci ha scoperti come cliente, e ha parlato di noi. Abbiamo anche clienti di fascia d’età diverse, gente che vive in zona.

In cosa si differenzia il consumatore giovane da quello maturo? Il consumatore giovane quando arriva nella nostra profumeria impara un’approccio diverso rispetto alla profumeria commerciale, o alle catene, dove è abituato a sentire il profumo, ma senza farsi domande o senza avere spiegazioni. Molti vogliono sapere cos’è l’oud, e tra i più giovani a volte capita di sentirsi chiedere dove si applica il profumo, come si mette, vogliono essere sicuri di utilizzarlo in modo corretto. 

Cosa colpisce di più il consumatore più giovane? Tante cose, tra cui sicuramente quella quando mi prendo il mio tempo per far sentire la fragranza, da quando la vaporizzo sulla moilletes. Lo faccio sia per interesssare il cliente con il racconto, e fargli desiderare di sentire il profumo, ma anche per far vaporizzare l’alcool iniziale e aspettare che la fragranza inizi a cambiare. Molti clienti sono stupiti quando lo faccio perché sono abituati a sentire subito il profumo. 

Un brand di nicchia di fragranze che funziona bene con il pubblico più giovane. Laboratorio Olafttivo é sicuramente più immediato per un pubblico più giovane. Ha inoltre qualità alta, formati piccoli e buon prezzo. Oltretutto i formati piccoli sono molto amati, per poter variare ma anche portarli facilmente in valigia.

Il brand di fragranze più venduto in negozio. Diptyque per la sua immagine ,e anche perché ha lo skincare e le fragranze d’ambiente. Ma i nostri clienti apprezzano anche lo stile di Byredo. Funzionano bene anche i 30 ml di Ortigia e Different Company, Ouai e Aesop per il refill. 

Differenze in termini d’acquisto tra donne e uomini? La donna è più attenta al packaging, all’immagine e allo story telling, è decisamente più curiosa. L’uomo è più deciso.

E quali sono i vostri best seller online, sempre in tema fragranze? Online funziona Fragonnard e i brand italiani come Acqua d’Elba, Carthusia, Laboratorio Olfattivo, Simone Andreoli perché vendiamo anche all’estero.

Quali sono i vostri programmi? Ringiovanire il pubblico di 50ml e allineare il tipo di servizio che offriamo sia in boutique, che online, che con i canali social per rimodulare l’offerta e alllinearla per un pubblico più giovane.

L’itervista completa sul podcast Ti Racconto Un Profumo

 

 

 

 

Be first to comment

Rispondi