Endospheres: cosa ne penso del trattamento corpo

Non sono un tipo da SPA e massaggi e ho perso il conto di quante volte ho rifiutato inviti per provare trattamenti viso e corpo, ma nel corso degli anni i gusti cambiano e complice un periodo di stress e stanchezza ho accettato l’invito di Endospheres nella sua  SPA in Trentino al  Lefay Resort incantevole destinazione con due SPA di cui una quella di Endospheres. L’Hotel una costruzione dal design moderno e raffinato in legno e vetro, con grandi vetrate, è immersa nel paesaggio montano del Trentino ed è un luogo perfetto per rilassarsi, tra saune finlandesi, piscine calde all’aperto, massaggi e trattamenti beauty.

Ma torniamo ad Endospheres, una realtà italiana d’eccellenza, abruzzese, nata dall’idea di padre e figlio, la cui tecnologia è coperta da numerosi brevetti. Si tratta di una tecnologia che sfrutta la vibrazione meccanica per stimolare il tessuto connettivo del corpo attraverso un dispositivo specificamente progettato, e mira a migliorare la circolazione sanguigna, ridurre la cellulite e promuovere la rigenerazione del tessuto.

Ho provato due massaggi entrambi eseguiti con uno speciale manipolo ricoperto da da 55 sfere di silicone a densità variabile, che ruotando producono una vibrazione a bassa frequenza, che crea una attivazione metabolica locale, ma ha anche azione drenante, vascolarizzante, analgesica e ristrutturante. È un tipo di trattamento perfetto per la cellulite, sulle cosce la sensazione  è di tante mani che ti massaggiano con forza. Il massaggio che ho provato nella SPA è stato eseguito sul corpo, pancia e schiena compresa, e dato che avevo la spalla sinistra indolenzita mi è stata trattata  più a fondo, donandomi sollievo immediato, che è durato per i successivi giorni. Per quello che riguarda le cosce le ho sentite più leggere e sgonfie già dal primo trattamento.

Ho la fortuna di non avere tanta cellulite, come tutte ho in alcuni punti la pelle a buccia d’arancia, ma poca cosa, ma sicuramente i massaggi fatti con Endospheres saranno decisamente efficaci è nel trattamento della cellulite, ho letto recensioni sul web molto positive.  La vibrazione profonda è in grado di rompere i depositi di grasso e stimolare il drenaggio linfatico, contribuendo a migliorare notevolmente l’aspetto della pelle. Questo approccio non invasivo offre una soluzione a chi cerca di ridurre la cellulite senza ricorrere a interventi chirurgici, che ha inoltre impatti positivi sulla circolazione sanguigna, contribuendo a ridurre la sensazione di gambe stanche e migliorando l’apporto di ossigeno ai tessuti. 

L’azione profonda di questa tecnologia può accelerare il recupero dopo uno sforzo fisico intenso, riducendo la sensazione di affaticamento e migliorando la flessibilità muscolare. E’ un trattamento versatile che può essere utilizzato sia da sportivi alla ricerca di un recupero muscolare ottimale, che dalle persone che desiderano migliorare l’aspetto della propria pelle e affrontare la cellulite

 I Gli istituti dove potere eseguire i trattamenti sono in tutta Italia ma anche all’estero. Ogni volta che vi viene fatto un trattamento i vostri dati sono registrati e disponibili nei vari centri, in tutto il mondo,  in modo che se doveste decidere di fare un trattamento in un altra città le specialiste avranno già a disposizione la scheda con le vostre problematiche e il tipo del trattamento. 

Che dire? Sono rimasta piacevolmente sorpresa e sto già cercando la lista degli istituti a Milano che offrono i trattamenti di Endosphere, certo mi piacerebbe anche la vista montagne, come in Trentino, ma non si puo’ avere tutto dalla vita

Tags from the story
, , ,
More from Vanessa Caputo
Uncut Gem di Frédéric Malle: la mia recensione
Nuova fragranza per Frédéric Malle firmata da Maurice Roucel che per il...
Read More

Rispondi