Beauty routine: Alfredo Fratella

Alla scoperta della beauty routine dei gentlemen italiani: Alfredo Fratella, consulente stile

di Vanessa Caputo

“Nasco ad Acquaviva delle Fonti, ma vivo e cresco a Putignano, classe 1995. Mi trasferisco a 18 anni a Milano perché volevo lavorare nel campo della moda, una passione nata nell’azienda di famiglia. Sono cresciuto in campagna circondato dagli animali e ho imparato ad andare a cavallo fin da piccolo, e per anni ho praticato, a livello agonistico, il salto ad ostacoli. I cavalli sono l’altra mia passione e grazie a loro ho partecipato ad un reality su Sky trasmesso da Class Horse TV, dal nome Horse Academy. Amo molto la natura e appena posso mi rifugio a fare una passeggiata nei boschi. Grazie ai miei studi in agraria conosco bene le proprietà di erbe e piante e spesso preparo da me i miei prodotti beauty, rigorosamente a kilometro zero. Milano é la mia città il luogo dove riesco a far vivere le mie passioni e trasformarle in lavoro, lavorando come consulente moda e alternando alle esperienze televisive. Ecco la mia beauty routine “

Un succo detox, tisana che ama. Non mi faccio mai mancare un succo depurativo, ci sono tante combinazioni, ma io preferisco la combinazione fra mela verde, una manciata di spinaci baby, dello zenzero e del lime. Combinazione brucia grassi ma depurativa. Bevo solo tè verde, o nero, oppure una tisana ai fiori di ibisco tipica delle zone Africane.

Profumo preferito. Non ho un profumo preferito,lo vario in base alle situazioni. Dolce Vita di Dior oppure Black Orchid di Tom Ford, ma anche L’Homme di Yves Saint Laurent, li uso perché hanno sempre un pizzico di dolciastro, e perché ti riempiono il naso!

Un essenza per la casa. Lavanda! Riempie l’ambiente e da quel tocco di estate che nei giorni uggiosi e cupi di Milano serve per farti tornare il morale su.

Un rito prima di coricarsi. Bevo acqua e limone!

Prodotti beauty indispensabili.  Per la pulizia del viso, quindi mattina e sera, uso il vero sapone di Marsiglia dal tipico odore provenzale delle Saponerie Mario Fissi, l’unico che non contiene sego (grasso animale). Mi depura a fondo la pelle e la disidrata essendo un sapone molo caustico. Poi applico creme fatte da me a base di cera d’api burro di karitè o cocco o cioccolato e qualche goccia di vitamina E, oppure uso la tanto amata classica Nivea. Per il corpo di solito uso un sapone aromatizzato sempre di Marsiglia, qualche scrub fatto il casa, e fanghi con argilla ventilata. Tutti prodotti che eliminano acqua in eccesso e levigano la pelle facendo spazio alle cellule nuove. A volte, ma solo per una giusta causa, quando faccio tardi la notte e al mattino sono improponibile, uso il fondotinta Vichy, l’unico che si uniforma al mio colorito e nello stesso tempo idrata la pelle. Un roll-on alla caffeina e acido ialuronico di Garnier e il mio beauty è completo!

Come fa a mantenersi in forma? In palestra, alterno yoga alla pesistica (bodybuilding), del sano fitness all’aria aperta e certamente un’alimentazione ferrea dove riso, vegetali e carne bianca non mancano mai ad ogni pasto.

Come si rilassa? Una passeggiata al parco o se nelle vicinanze ci sono dei boschi, ancora meglio. Quando vado per qualche giorno da mia mamma, in Puglia, la passeggiata nelle campagne deserte è sempre al primo posto! Mi rigenera a fondo.

Quante volte si guarda allo specchio? Forse troppe, sia in casa che a lavoro, lo sguardo allo specchio non manca mai! Forse è una vera ossessione!

Un cibo che la fa stare bene. Acqua e limone, l’unica cosa che mi fa sciogliere le tensioni, e poi il riso, unico alimento che placa la mia fame in ogni momento.

Un vizio che si concede. La chirurgia plastica, piccola e poco invasiva

Una mania beauty. Se per mania devo intendere le spese folli, direi che spendo più soldi per curare il mio corpo di quanti ne servirebbero realmente. Sono molto scuro di carnagione e amo la tintarella estiva anche in autunno. Spendo davvero tanto in succhi e cibi strani magari oltre oceano, e in saponi artigianali come quello di Aleppo, o il sapone di mardin (al pistacchio) e il sapone nero. (tutti prodotti prettamente del continente nero).

Cosa non manca mai nel suo frigorifero? Pollo e tacchino, verdura e frutta in grande quantità, succhi e tanti ma tanti limoni.

More from Vanessa Caputo
Aromatiere: questo sconosciuto
L’affascinante mondo degli aromi raccontato da Andrea Cavallero, aromatiere per Mane   Gli...
Read More

Rispondi