Beauty Routine: Claudia Strola

La beauty routine di Claudia Strola, professionista milanese

Un compagno, una figlia di 10 anni, due amatissimi bassotti a pelo ruvido (Nina e Lola) e un lavoro in uno studio legale milanese, che la porta spesso a viaggiare, e dove segue ricerche di anteriorità di marchi e brevetti. Ama esplorare nuovi luoghi e paesi, i vestiti non ordinari, le scarpe col tacco alto, collezionare borsette vintage e il buon vino bevuto in compagnia. La beauty routine di Claudia Strola.

Un succo detox o una tisana che ama bere. Tè verde Earl Grey di Mariage Frères .

Il suo profumo preferito.  Sicomore della collezione Les Exclusifs di Chanel

L’essenza per la casa preferita. Le nuove candele di Hèrmes, passi sulla neve, bellissime anche le ceramiche porose che le contengono.

Un rito prima di coricarsi. Crema mani e piedi e sopra un sacchettino di plastica. Lo tolgo il giorno dopo.

Cosa fa per mantenersi in forma? Corro… corro… corro.

Segue una dieta? Sì, sono sempre attenta al calcolo delle calorie e a non assumere grassi superflui.

Come si rilassa? Giocando con mia figlia di 10 anni.

Quante volte si guarda allo specchio? Il minimo possibile.

Rossetto preferito. Rouge Allure in Coromadel di Chanel.

Smalto preferito. Black Satin 219 Chanel.

Bagno o doccia? Doccia per energizzare, bagno per rilassare.

Nella sua beauty routine qual è il prodotto al quale non rinuncerebbe mai? Olio d’oliva per ammorbidire e sale marino per  lo scrub.

Un disastro beauty. Le tinte per capelli da uomo.

Crema viso feticcio. Sublimage di Chanel.

I prodotti che usa per la cura dei capelli. Tutto ciò che non appesantisce i miei capelli biondi e fini come Mystic di Tecna detergente super idratante.

Una mania beauty. Lo smalto forever.

Un cibo che la fa sentire bene. Yogurt bianco, fiocchi di avena e goji berry.

Nel suo frigo non manca mai. Acqua di rose per rinfrescare gli occhi.

Gli indirizzi beauty preferiti della sua città. Aquaria a Sirmione bellissimo il bagno all’aperto sotto la pioggia. Le Terme di Milano in Porta Romana, sono sotto casa, e l’aperitivo in accappatoio é top. L’Hotel Miramar Thalassa Sea & Spa a Biarritz perché mentre si guarda, e si sente l’oceano, si possono fare dei trattamenti giornalieri che comprendono anche uno squisito pranzo nello splendido ristorante vista mare, restando in accappatoio.