Beauty routine: Francesca Picciafuochi

La beauty routine di Francesca Picciafuochi, PR di base a São Paulo, e proprietaria dell’agenzia Esperienza Italiana

di Vanessa Caputo

“Sono curiosa, al punto tale che al compimento dei miei 40 anni ho dato un premio alla mia sete di curiosità. Ho cambiato la mia vita. Una sfida che mi ha dato l’energia sufficiente per poter affrontare le domande che mi arrivavo dal mondo esterno (ma anche interno, ahimé) “Ma come non ti sei sposata?” “Non hai figli?” “Perché non ne fai uno? Anche artificialmente!”. Così, ho pensato che avessi bisogno di cambiar aria. Girare pagina e chiudere. Ho chiuso la mia agenzia di PR, i miei vestiti invernali nei bauli in soffitta e mi sono trasferita in Brasile. A Sao Paulo dove vive la comunità italiana più numerosa fuori dal Brasile. In un viaggio, come se fosse un site ispection, fatto qualche mese prima, avevo realizzato che essere italiana “autentica” a Sao Paulo sarebbe stato un plus. Il tutto in un paese in cui l’economia era emergente (era perché il Brasile, purtroppo é entrato già in recessione), considerata la mia vivace e effervescente voglia di iniziare a scrivere il nuovo capitolo della mia vita, mi sono lanciata nella sfida più pazza della mia vita. E’ nata ESPERIENZA ITALIANA. In fondo, a 40 anni in Brasile sei già ben maturo, (considerato che qui sono tutti giovanissimi) e chi meglio di me poteva metter in piedi un’agenzia che avesse l’obiettivo di comunicare l’autenticità Italiana. Oggi i miei clienti sono Italiani e non. Il principale é un hotel di lusso, al centro città di Sao Paulo, Hotel Tivoli Moffarreji, a cui si uniscono marchi di nicchia, come Cristina Rotondaro, artista italiana di gioielli di lusso che in Brasile riscuote un successo unico, Chris Pitanguy, l’associazione industriali del Minas Gerais che con Italia ha voglia di realizzare importanti collaborazioni. Ecco la mia beauty routine”.

Un succo detox o una tisana che ama bere.  Acqua calda con limone. Tutte le mattine prima di colazione. E ogni sera prima di coricarmi.  Qui in Brasile ci sono dei “lime” molto saporiti. Oppure quando mi voglio coccolare tisana al ginger (tagliato a tocchetti  e fatto bollire per 4 ore) con un cucchiaino di miele. E’ una vera medicina per le vie infiammatorie. E con il miele diventa un premio dolcetto, perfetto.

Il suo profumo preferito. Patchouli 24 di Le Labo. L’ho scoperto a New York. Anzi me l’ha fatto scoprire un amico delizioso, Stephane Gaudrie, fashion editor. E’ da oltre 6 anni il mio profumo. Da qualche anno realizzano il refil per cui, le bellissime bottigliette si riciclano. Oramai é diventato il mio marchio. Tutti mi riconosco dal mio profumo. Qui mi in Brasile mi dicono “Você é muito cherosa!

L’essenza per la casa preferita. CULTI. Dalla Candela al Diffusore. La mia preferita MARE MINERALE. Il diffusore lo inserisco anche negli armadi.

Un rito prima di coricarsi. L’acqua calda con limone.

Cosa fa per mantenersi in forma? Spinning e pilates. Spinning quasi tutti i giorni. Ho trovato un centro dietro casa. Se salto più di un giorno mi viene il malumore. Pilates per allungare la schiena, mio punto debolissimo.

Segue una dieta?  Tento di stare attenta. Mi piace mangiare. Ma da quando vivo in Brasile ho scoperto la tapioca. Ovvero al mattino una bella tapiochina, mi toglie la voglia del carboidrato, ed é completamente gluten free.

Come si rilassa?  Con i massaggi. Il mio preferito é quello Bailinese della catena Elements by Banyan Tree, l’unica presente in America Latina.

Quante volte si guarda allo specchio? Al mattino mi spavento. Tutte le volte che entro in ascensore, dove ci sono specchi. E mi spavento ancor di più. La sera prima di andare a dormire. E ci dormo sopra, pensando domani é un altro giorno.

Rossetto preferito. Estéé Lauder Pure Color Envy. Un lipstick quasi incolore

Smalto preferito. Chanel la base. La utilizzo come se fosse molto di più di una base.

Bagno o doccia?  Doccia. Molto più energetica. Oltre a disperdere meno acqua.

Nella sua routine beauty qual è il prodotto al quale non rinuncerebbe mai e perché? A qualsiasi crema idratante, appena mi alzo. In qualsiasi posto io sia. Barca, Pousada, Amazzonia, Sulle Dolomiti.

Un disastro beauty. Tutti i trattamenti troppo chimici, destinati a capelli, depilazioni. Troppo innaturali per garantire la bellezza.

Crema viso feticcio. Vado pazza per tutti i prodotti di Joelle Ciocco, la biochimica francese, che realizza prodotti unici, sul concetto che la pelle delle essere un “eco sistema”. Sono un vero “investimento” ma é tale il risultato che a volte si può far. Il mio prodotto preferito, Joelle Ciocco Sensitive Milk Cleasing. A breve Joelle Ciocco aprirà uno spazio, anche qui a Sao Paulo, per cui presto si potrà fare delle visite per studiare creme e prodotti ad hoc!! Sperando solo che non ci sia la lista di attesa simile a quelle che c’é nello studio di Parigi. Si possono attendere intere settimane, prima di essere ricevuti. Come un’udienza dal Papa. E Joelle é  una sorta di Papessa del viso!

I prodotti che usa per la cura dei capelli e del corpo. Devo dire che mi piace testare. Qui in Brasile ci sono marchi fantastici. Come Cris Dios, tutti organici, realizzati tutti con prodotti naturali. Balsamo per capelli secchi  e il trattamento mascara sono vera manna dal cielo. Contengono, vitamine B3, B5, C e E, burro  di cupuaçu (un frutto tipico brasiliano)  Olio di noci, estratto di castagna del Pará, ananas e banana, oltre le essenze di Campim,  erbe locali. E’ una vera macedonia di benessere per il capello.

I prodotti di make-up che porta sempre in borsa con lei. Mai senza  il correttore, Illuminador Touche Eclat Radiant Touch YSL.

Una mania beauty. Le ciglia finte quando vado ad una soirée in lungo, di cui la vita mondana di Sao Paulo é ricca, chiamo un make up artist e mi faccio applicare le ciglia finte!

Un cibo che la fa sentire bene. Castanha di Caju del Pará, in Italia conosciuta come noce americana.

Nel suo frigo non manca mai. Yogurt bianco.

Gli indirizzi beauty preferiti della sua città. A Sao Paulo e in Brasile il mercato del Beauty rappresenta il terzo mercato al mondo più importante, dopo USA e Cina. Dunque c’é l’imbarazzo della scelta. Parrucchiere: da Square, una villa nel cuore del nobile quartiere Jardins. All’interno oltre 150 professionisti. Ma il mio parrucchiere rimane, Peppe, Italiano, che vive a Sao Paulo da 30 anni. Alla fine li faccio anche le mani.
SPA: Indubbiamente ELements Spa Banyan Tree. Un vero santuario del Benessere. Considerata la migliore dell’America Latina. Aperto tutti i giorni, dalle 10.00 del mattino alle 22.00 di sera. Le terapeute sono asiatiche, é un format vincente e di altissima qualità. Profumi, compro il mio profumo a NYC nel primo e storico negozio di Le Labo in Soho, Elisabeth Street. A Milano prima di ritornare a Sao Paulo, vado da Culti in Corso Venezia e faccio scorte di candele e fragranze. Tutto in valigia. E regali ad amici assicurati fino al prossimo viaggio in Italia.

Be first to comment

Rispondi