Beauty routine: Marco Torcasio

Alla scoperta della beauty routine dei gentlemen italiani: Marco Torcasio, giornalista, i prodotti che ama e perché…

“Avere 29 anni a Milano. Non è il titolo di una canzone dei Baustelle, ma ciò che meglio sintetizza – con tutti gli annessi del caso – il mio identikit perfetto per Beauty Scenario. Se considerate tra gli annessi la passione per il giornalismo ecco che allora tutto diventa più chiaro. Scrivo dai tempi del liceo, ero il “convintissimo” direttore del giornalino d’istituto, e scrivo ancora oggi. Negli anni diversi gli ambiti d’osservazione e diverse le collaborazioni, ma allo stato attuale mi occupo di beauty, moda, lifestyle e tendenze per Posh, Rêve Magazine e KULT. Ho inoltre una rubrica food su pizzadigitale.it e diversi contributi su Urban Magazine. Eternamente scettico e troppo pignolo (in questo essere della Vergine non aiuta), spesso mi perdo alla ricerca di una perfezione che in realtà non mi appartiene. Il mare e la musica sono le altre due mie grandi dipendenze. A Milano riesco ad assecondare evidentemente più la seconda che la prima. La cosa che più mi terrorizza? “Googolarmi”.

Un succo detox, té o una tisana che ama bere.  Sono molto scettico nei confronti di tutti questi fantomatici elisir detossinanti dell’ultimo minuto. Personalmente preferisco consumare una buona tisana con tutto il fascino del rituale che l’accompagna, al posto del noioso senso del dovere cui sembrano appellarsi invece i beveroni detox. La mia preferita è la tisana al tiglio, dall’effetto calmante, rilassante e digestivo, perfetta per fronteggiare lo stress in maniera naturale. La migliore è quella Damman Frères, da acquistare a Milano doverosamente nella boutique monomarca in p.zza XXV aprile. 

Il profumo preferito, e perché le piace.  Sono molto affezionato a un grande classico, che uso ormai da diversi anni, Dior Homme. Durante l’inverno scelgo la versione Parfum e per l’estate la variante Sport. Ho scoperto però da poco una fragranza che forse potrebbe determinare per me l’inizio di una nuova dipendenza, Sancti by Les Liquides Imaginaire di Philippe Di Mèo.Trovo irresistibile la nota predominante dell’incenso, misterioso e spiazzante allo stesso tempo.   

L’essenza per la casa preferita. L’aroma d’incenso è vincente anche in questo caso. Ho ricevuto in regalo per Natale la candela Diptyque Oliban della collezione invernale firmata da Julien Colombier e me ne sono innamorato. I suoi accenti legnosi e i vapori orientali sono perfetti. L’alterno a Figue Glacée di Byredo che sa ricreare un ambiente elegante e particolare con le note di fico mediterraneo, bamboo e legno di sandalo.   

Un rito prima di coricarsi.  Lavarsi i denti vale come rito? No scherzi a parte, non ho un’abitudine regolare prima di andare a letto, mi capita spesso di lavorare al pc fino a tardi o, quando possibile, di fare le ore piccole con gli amici, quindi l’unica cosa che riesco a ripetere con  costanza è la preparazione della tavola per la colazione del mattino seguente.

I prodotti beauty indispensabili. Essendo un soggetto allergico uso per lo più prodotti dermatologici, ma ho comunque alcuni punti fermi. Per il viso la linea Normaderm di Vichy, dal gel detergente alla crema idratante Total Mat. Per un nottambulo come me borse e occhiaie sono fedeli compagne di viaggio, ma il contorno occhi High Recharge Eye Shot di Biotherm Homme è comunque un valido alleato. Burrocacao e crema mani rigorosamente La Roche-Posay, Nutritic il primo, Lipikar Xerand la seconda.

Cosa fa per mantenersi in forma? Non sono uno sportivo, ma sono molto attento a ciò che mangio. La buona tavola è alla base del mio concetto di forma (mentis) ideale. Sarebbe cosa e buona giusta smettere di fumare, ma al momento quello della sigaretta è un vizio a cui purtroppo non so rinunciare.

Come si rilassa?  Ascoltando musica. La discografia di Erykah Badu è il mio personalissimo antistress. Consiglio di ascoltare anche l’album “Replay Last Night” del produttore californiano Astronautica: quarantasei minuti circa di puro abbandono.

Quante volte si guarda allo specchio? Troppe, sono un insicuro patentato.

Bagno o doccia? Tutta la vita bagno, ma gli spazi domestici in città non sempre lo consentono. A casa infatti non ho la vasca e al momento è una delle cose di cui sento maggiormente la mancanza.   

Un cibo che la fa stare bene. I rigatoni al ragù. Ma ammetto che anche la frittata di cipolle regala grandi gioie.

Un vizio che si concede. Cioccolato in quantità industriali. Forse più che un vizio nel mio caso è una vera e propria dipendenza (un’altra?). Non potrei rinunciarci per niente al mondo. Il Framboise Intense di Lindt Excellence è tra i miei fav del momento. 

Una mania beauty. Le salviette opacizzanti Muji. Ne sono ossessionato.

Cosa non manca mai nel suo frigorifero. Una bottiglia di vodka. E una mascherina in gel rilassante per occhi. Ottima anche per il mal di testa post vodka appunto. Compensazione is the new black.

More from Vanessa Caputo
Step Aboard: il profumo di Milano come non l’avete mai sentito…
Un nuovissimo brand italiano di profumi per capelli e corpo, la cui...
Read More

Rispondi