Beauty Routine: Maria Barbieri, Sales & Marketing Consultant

La beauty routine di Maria Barbieri, Sales & Marketing Consultant. I prodotti che ama e di cui non può più fare a meno

38 anni tra pochissimo, moglie felice di un girovago per lavoro e mamma di due simpatiche canaglie: Gaia di 5 anni e Chiara di 2 anni. Nello stato di famiglia si conta anche un simpatico gattone nero dagli occhi color smeraldo di nome Neo di 10 anni. Sono stata catapultata nel mondo del beauty a 19 anni e da allora, questo magico mondo, non l’ho più abbandonando, seguendo le sue evoluzioni ed involuzioni sempre con grande passione. Ho ricoperto svariati ruoli nel coso di questi anni: da Beauty Consultant durante durante l’Università a Training and Animation Manager, da Brand Manager a Trade Marketing Manager, fino a Consulente Marketing e Sales. Ho lavorato sempre per società di distribuzione come Selective Beauty e Interparfums occupandomi sia di fragranze che di skincare, e oggi, con la mia piccola società e insieme ad un team di agenti, porto in Italia, con estrema soddisfazione, il brand di make-up olandese Ellis Faas. Sono un’appassionata di beauty anche come consumatrice e sono sempre felice di dispensare consigli in fatto di trucco fragrance e skincare routine.

Un succo detox o una tisana che ama bere.  Vado matta per la tisana Detox di Pucca al Limone. Ne bevo una tazza tutti i giorni

Il suo profumo preferito, e perché lo ama. E’ stato, ed è molto difficile per me, trovare un profumo che mi coinvolga a 360°, soprattutto perché la mia pelle tende a virarli terribilmente. Quindi ciò che su una moullette mi rapisce, poi risulta inaccettabile al mio naso una volta che la mia pelle lo riceve. Quelli che hanno rapito il mio cuore ed anche il mio naso sono stati : Respiro di Monom, 1889 Moulin Rouge di Histoire de Parfum, Traversée Du Bosphore di Artisan Parfumeur, Teint de Neige di Villoresi. Tutti mi trasmettono “calore”, ognuno in modo differente. Tranne Teint de Neige, gli altri 3 sono accomunati da note legnose, ambrate o speziale, che io amo. Teint de Neige, invece, ha toni fioriti di Iris e Muschio bianco che mi ricordano il candore. Per questo l’ho usato sulla mia pelle e sul mio abito il giorno del mio matrimonio. Respiro è stata una rivelazione grazie al sentore fiorito ma misterioso dell’Iris declinato con note legnose. 1889 mi ha catapultato letterallemente indietro nel tempo alla prima nebulizzazione Traversée du Bosphore mi ha presa per mano e condotta tra le strette vie di paesi lontani e medio orientali. Alla fine tutti mi hanno fatto viaggiare con la mente, il cuore e l’anima.

L’essenza per la casa preferita.  Ambre Precieux di Nicolai.

Un rito prima di coricarsi. Spazzolare i miei capelli e quelli di mia figlia.

Cosa fa per mantenersi in forma? Purtroppo non ho molto tempo da dedicare a me stessa in questi termini. Però, cerco sempre di muovermi a piedi o in bicicletta, per quanto possibile. Cerco poi di non esagerare col cibo evitando alimenti troppo grassi e dolci.

Segue una dieta? No.

Come si rilassa? Mi rilasso in modi diversi, dipende molto da come mi sento in quel preciso istante. In generale per rilassarmi leggo un buon libro, ascolto musica oppure mi guardo una puntata del drama coreano che sto seguendo in quel momento. Ma ciò che mi rilassa sempre, a prescindere dallo stato d’animo o dal momento della mia vita, è truccarmi. Cosa che faccio ogni giorno anche se non devo mettere il naso fuori di casa.

Rossetto preferito. Non sono una fantica dei rossetti, ma due prodotti per le labbra non possono assolutamente mancare nella mia pochette e sono: l’Ellis Red di Ellis Faas (Creamy Lips L101), un rosso elegante, impeccabile e confortevole. Oppure il Lucidalabbra Embellisseur Lèvres 05 di Clarins. Non si può definire un vero rossetto perché ha più la funzione di un lucidalabbra, ma ha un odore straordinario, uniforma le labbra, le idrata e le rende morbidissime colorandole in modo estremamente naturale.

Smalto preferito. Malaga Wine di OPI o Mademoiselle di Essie.

I prodotti di makeup che usa. Ho molti prodotti di make up e ne uso davvero tanti, ma quelli imprescindibili nella mia routine sono i seguenti: Primer Backlight Priming Filter di Becca. Fondotinta Skin Veil di Ellis Faas colore S103.5 (in inverno). Rosiliance BB Cream di Coola colore Light Medium (in estate) . Concealer Ellis Faas colore S202. Compact Powder sempre di Ellis Faas colore S401. Blush, uso due prodotti uno sull’altro. Cheek and Lip Tint colore Dimple Peach di And Other Stories e Baked Blush di Milani colore Luminoso, Illuminante Champagne Pop di Becca. Palette Modern Renaissance di Anastasia Beverly Hills. Sopracciglia DipBrow Pomade di Anastasia Beverly Hills nel colore Medium Brown. Mascara: Better Than Sex di Too Faced. Spray fissante Fissatore Trucco di Diego dalla Palma.

Nella sua beauty routine qual è il prodotto al quale non rinuncerebbe mai e perché? Non potrei mai rinunciare ad un balsamo struccante. Senza questo prodotto non potrei avere una pelle detersa, ma soprattutto nutrita.

Un disastro beauty. Ho voluto provare, seguendo un po’ il trend del momento, una di quelle maschere nere al carbone per la rimozione dei punti neri e delle impurità ed è stata un’esperienza da dimenticare. Un dolore atroce nel toglierla!!! Sentivo, inoltre, di avere aggredito troppo la pelle. Mai più rifatta!

I prodotti che usa per la cura del viso. Tengo molto alla cura del viso e uso quindi numerosi prodotti perché mi sono lasciata volentieri influenzare dalla beauty routine coreana. Devo dire che la pelle del viso ne ha giovato e piano piano mi avvicino all’effetto “glass skin” che va tanto di moda in quel paese. La mia routine cambia in base alla stagione, ma attualmente questi sono i prodotti che uso:
Detersione a base oleosa: Rigenera 90 Cleanser di Laboratori HUR Detersione a base acquosa: Sedano Allegro Cleanser di Laboratori Hur. Esfoliazione: Mandelic Acid 5% Skin Prep Water di By Wishtrend. Trattamento per i pori dilatati: Porefection Clarifying Gel Toner di VOYA. Tonico: Ritzy Spritzy Facial refresching Toner di VOYA. Siero Balancing Act Smoothing Facial Serum di VOYA a cui aggiungo una goccia di olio essenziale di Tea Tree per stabilizzare la pelle e prevenire la comparsa di imperfezioni. Crema: Me Time Moisturiser di VOYA. Contorno occhi: uso del comunissmo e purissimo burro di karité. SPF: Face SPF 30 Cucumber Moisturizer di Coola. Per la notte al posto di siero/crema/SPF uso solo 6 gocce di Huile de Beauté Peau Mature di Cho Nature. Una volta a settimana faccio un peeling con Luminosity Refining Radiance Exfoliator di Voya e faccio una sheet mask (di solito uso quelle di Orgaid)

I prodotti che usa per il corpo. Il corpo purtroppo lo trascuro tantissimo, soprattutto per pigrizia, e quindi tendo ad usare un unico prodotto che accomuni più funzioni. Adoro il Detox Body Oil di The Organic Pharmacy per il suo profumo agrumato e per il fatto che , sebbene sia un olio, si assorbe in fretta, e uso con una certa frequenza Dragon Cannabis Body Cream di Laboratoru HUR (che ha un’azione anti cellulite).

Una mania beauty. Quando mi trucco, la primissima cosa che faccio è quella di mettere della cipria trasparente sulle sopracciglia prima di disegnarle, in modo da eliminare tracce di sebo e prolungare la durata del prodotto.

Un cibo che la fa sentire bene. L’avocado!

Nel suo frigo non manca mai.. Il radicchio! Ne vado matta!

Segue un sito, un canale youtube un account instagram dedicato al beauty? Se sì quale? Seguo molti canali youtube, in realtà, ma di alcuni guardo ogni video che viene caricato: per il make up Nikki Tutorial e Pony Syndrome, per la parte dedicata al beauty seguo Gothamista.

Preferisce comprare in profumeria oppure online? Compro spesso on line, specie i prodotti coreani che in Italia si faticano ancora a trovare (per lo meno quello di cui io sono appassionata), ma per i trattamenti viso di brand provenienti dal vecchio continente, preferisco farmi consigliare da persone di fiducia. Compro quasi esclusivamente da Cardamomo a Milano o sul loro e-shop.

C’è qualcosa che secondo lei manca alle profumerie italiane? Sarebbe un argomento troppo lungo da esaurire i poche righe, quindi cercherò di essere il più concisa possibile nell’esprimere il mio pensiero. In generale, alla grande distribuzione, manca una vera competenza nel consiglio dei prodotti di bellezza, non parlo di trucco, ma di skincare. Si guarda troppo agli obiettivi numerici mensili e si dà troppo peso al tasso di conversione. A causa di ciò, nella maggior parte dei casi non si ascoltano le reali esigenze della cliente, ma si tende a vendere quello che “si deve” vendere. Nelle piccole realtà, invece, trovo grande soddisfazione. Perché la scelta dei marchi è stata fatta con oculatezza e con un obiettivo ben preciso, spinti dal desiderio di offrire qualcosa di realmente unico, efficace e innovativo.

Che cosa le piacerebbe trovare? Mi piacerebbe davvero trovare un luogo dove creare a tavolino il mio trattamento super personalizzato. Uno shop fisico dove sperimentare una vera consulenza che poi porti alla realizzazione di un vasetto di crema che è mio e soltanto mio. Non credo che esista un negozio del genere per adesso.

Qual è l’argomento che l’appassiona di più in tema beauty & wellness? La biologicità dei prodotti. C’è ancora molta confusione in giro, ma ho la fortuna di conoscere persone che invece ne sanno in abbondanza e che con competenza professionale ne hanno fatto il loro punto di forza all’interno delle loro attività commerciali (come da Cardamomo Milano, ad esempio).