Beauty routine: Salvatore Piccerillo, store manager

Alla scoperta della beauty routine dei gentleman italiani: Salvatore Piccerillo, store manager di Studio Olfattivo, profumeria artistica. I prodotti beauty che ama e perché…

“Sono appassionato di profumi, aromaterapia e di tutto ciò che è sensoriale, da sempre. Questa mia enorme passione mi ha portato a diventare lo “store manager” di Studio Olfattivo, profumeria artistica nel centro storico di Caserta, città in cui vivo.  Sono estremamente curioso e amo confrontarmi con culture diverse tanto da essere anche studente in Lingue e Letterature Inglese e Giapponese. Amo l’arte, la moda, la fotografia, la musica. Mi piace fare ricerca, scovando nuovi prodotti e marchi che sono in sintonia col mio essere. Questa è la mia beauty routine”.

Un succo detox, tè o una tisana che ama bere. Tantissimi: i tè Mariage Frères, in particolare nelle versioni Marco Polo (un tè nero dal gusto fruttato fiorito) e Sakura (tè bianco ai fiori di ciliegio) oppure un infuso della Clipper al tarassaco quando ho bisogno di disintossicarmi… E tanta camomilla di cui adoro anche il profumo!

Il profumo preferito,e perché le piace. Sono appassionato di profumi e li cambio continuamente anche durante la giornata. Amo comunque la famiglia olfattiva “chypre” in tutte le varie sfumature, ed ho una particolare predilezione per la rosa, in tutti i prodotti, non solo profumi. In questo periodo sto usando assiduamente Fleurs et Flammes di Antonio Alessandria: un meraviglioso bouquet fiorito dal sapore vintage e anche Isparta di Parfumerie Generale, una rosa meravigliosa.

L’essenza per la casa preferita. Assolutamente quelle di Diptyque, le più belle e iconiche in assoluto. Attualmente alterno quella all’Ambra e quella alla Tuberosa.

Un rito prima di coricarsi. Uso l’olio trattante alla Torba e Lavanda del Dr.Hauschka per massaggiare mani e collo perché l’odore di lavanda concilia il sonno e mi rilassa.

I prodotti beauty indispensabili. Di sera la mousse detergente viso alla vitamina C di Novexpert che esfolia delicatamente la pelle mentre al mattino il gel detergente al geranio-bergamotto-rosa di Grown Alchemist; la Lotion Phyto-peeling di Cinq Mondes dall’effetto “ghiacciato” che illumina il colorito; l’Acqua di Rose di Santa Maria Novella come tonico; la mitica crema alla rosa del Dr.Hauschka sia nella versione classica che light; il Wild Rose Beauty Balm di Neal’s Yard Remedies che è un balsamo “tuttofare” altamente nutriente e che uso anche come lip balm e poi il Vinaigre de Toilette di Diptyque che si può aggiungere all’acqua del bagno per tonificare, usare come dopobarba, spruzzare sugli abiti per togliere i cattivi adori, come disinfettante mani ecc. …

Cosa fa per mantenersi in forma? Cerco di fare Pilates… O in alternativa degli esercizi a corpo libero.

Come si rilassa? Ascoltando la musica o facendo shopping !

Quante volte si guarda allo specchio? Praticamente tutte le volte in cui mi lavo i denti, quindi almeno tre volte al giorno!

Bagno o doccia? Bagno assolutamente !

Un cibo che la fa stare bene. La pasta in ogni sua variante. La adoro, soprattutto nelle sue forme più strane. Appaga il gusto e la vista.

Un vizio che si concede. Cioccolato fondente, possibilmente con le nocciole.

Una mania beauty. Le creme solari protettive. Mai esporsi esporsi al sole senza protezione. Da tre anni ormai uso quelli meravigliosi di Coola, che rispetta i rigidi standard australiani e americani.

Nella sua routine beauty qual è il prodotto al quale non rinuncerebbe mai? E perché? Se proprio devo citarne solo uno allora dico il detergente: una pelle bella e soprattutto sana si ottiene partendo da una perfetta pulizia !

Cosa non manca mai nel suo frigorifero. Latte scremato e frutta.

Indirizzi beauty preferiti. A parte il luogo in cui lavoro non frequento altri posti in particolare o centri “benessere”. Preferisco creare una piccola Spa nell’intimità della mia vasca da bagno utilizzando il Sapone nero Beldì , il guanto di kassa e la Pluie de Pétales de Roses di Cinq Mondes secondo il rituale marocchino, come se fossi in un vero e proprio Hammam.