Bois Marocain e Ébène Fumé di Tom Ford: recensione

Amo le fragranze legnose e amo i profumi di Tom Ford, sofisticati ed eleganti come il suo creatore.

Lanciato nel 2019 nella Private Blend Bois Marocain è entrato a far parte della Private Blend Reserve Collection, ovvero la collezione dove Tom Ford ripropone alcune delle iconiche fragranze della Private Blend.  Insieme a Santal Blus ed Ébène Fumé fa parte della collezione ENIGMATIC WOODS, ispirata ai legni esotici.

Bois Marocain si apre con una nuvola di incenso leggermente fumoso, balsamico e resinoso, e la vivacità del pepe, per poi essere catapultati in un bosco di cipressi. L’odore di cipresso è dato  dalla tuja, appartenente al gruppo delle conifere e alla famiglia delle Cupressaceae, che viene usata come pianta ornamentale. In Marocco, nei suq è facile imbattersi in prodotti lavorati in radica di Tuja dal caratteristico odore. Il fondo è un patchouli terroso,  e il tocco pungente del legno di cedro. Un profumo graffiante, secco, deciso.

In Ébène Fumé il legno d’ebano è il protagonista, insieme a quello di guaiaco. Anche questa fragranza si apre con una nuvola di incenso e palo santo, e un tocco di pepe nero. Nel cuore, morbido e sensuale, note di cuoio, rosa, e labdano. Nelle note di fondo la profondità di resine, ebano e legno di guaiaco. Una profumo dark e misterioso.

More from Vanessa Caputo
Beauty routine: Chiara Fendilli, Barista
Alla scoperta della beauty routine di Chiara Fendilli, barista
Read More

Rispondi