BOY SMELLS: la linea di candele profumate più fotografata su Instagram

Hanno un nome maschile, un pack rosa, e un prezzo molto interessante! Le candele di Boy Smells sono il cult del momento su Instagram, e per me una piacevole scoperta, anche perché…..

Da qualche tempo negli shelfie (gli armadietti pieni all’inverosimile di prodotti beauty) degli instagrammer internazionali più interessanti, c’è un brand di candele che compare spesso. Sarà per via del nome, e anche del colore del pack, ma candele di Boy Smells mi hanno subito incuriosito sin dalla prima volta che le ho viste su Instagram. Uso molto i profumatori d’ambiente, ma le candele in particolare mi piacciono perché, una volta consumata la cera, riciclo i vasi come contenitori che lascio in bella vista come oggetti di design.

Instagram é diventato per me il luogo dove scoprire nuove tendenze e brand impossibili da trovare in Italia. Boy Smells, marchio Made in L.A. é uno di questi, ma ha tutte le carte in regola per diventare un cult anche in Europa, e in Italia naturalmente.

Le candele di Boy Smells non solo sono belle ma hanno anche delle profumazioni particolari, diverse dalle solite, hanno un prezzo accattivante, 32$, un packaging super instagrammabile, un nome irresistibile!! Trovo geniale il contrasto tra il nome maschile e il pack rosa, da sempre secondo stereotipi colore femminile.  Il brand nasce come hobby di Matthew e David, coppia nella vita e successivamente anche business partner. Entrambi, prima di lanciare Boy Smells, lavoravano nella moda, e lo si intuisce dalla ricercatezza dell’immagine. Tutte le candele Boy Smells sono sviluppate a casa di Matthew e David, a Los Angeles, utilizzando prodotti naturali come cera di cocco e cera d’api, che vengono poi versati a mano ed etichettati a mano.

Ma veniamo alle profumazioni. Kush, la mia preferita, tra le due che ho provato, è la prima fragranza che li ha fatti conoscere. Cannabis, pelle scamosciata, muschio, ambra e tulipano. Ha un odore verde molto profondo con delicati accenni floreali. Ash ha note affumicate, palo santo, fieno e bacche di ginepro e mi evoca una giornata autunnale in montagna.

 

 

Be first to comment

Rispondi