Floris A Rose For: una rosa che ti sorprende con la sua evoluzione

Il mondo delle profumeria di nicchia ci sorprende ogni anno con nuovi brands, molti dei quali destinati a scomparire, in poche stagioni, o a rimanere nell’ombra di chi ha saputo conquistare i consumatori. Ci sono poi i brand iconici, che potremmo definire classici, una parola che amo tantissimo perché il classico è senza tempo, non va mai fuori moda, non stanca mai. Il classico è sinonimo di qualità, di savoir faire, di solidità ed è destinato a diventare iconico. Pensiamo a capi come il trench, alla stampa leopardo o un Datejust della Rolex.

Floris è uno di quei brand che possono essere annoverati tra i claasici, ma che ha sempre qualcosa da dire altrimenti non sarebbe ancora qui dopo quasi tre secoli,  Fondata nel 1730 da Juan ed Elizabeth Floris, in 89 Jermyn Street, Londra; La clientela di Floris comprendeva luminari come il re Giorgio IV, Florence Nightingale, Winston Churchill, Mary Shelly, Marilyn Monroe e la regina Elisabetta II. Un brand iconico il cui naso, Edward Bodenham, è l’ultimo della dinastia che da nove generazioni crea fragranze indossate da padre in figlio.

Tra le tante creazioni firmate Floris ho amato questa interpretazione della rosa; A Rose For. Una rosa che ti sorprende con la sua evoluzione. Si passa dall’apertura vivacemente verde ad un cuore sontuoso e vellutato di rosa e iris, in cui la presenza dell’oud amplifica l’aspetto sensuale della rosa. Una rosa orientale ma che sulla mia pelle dopo un’ora rivela una inaspettata sfaccettatura polverosa, dell’iris, e si libera della suo carattere misterioso e opulento per trasformarsi in una rosa sofisticata ed elegante.

Il profumo contiene nella confezione un pennarello per personalizzare l’etichetta, con un nome, una parola o qualsiasi cosa si desideri. A Rose For di Floris fa parte della Private Collection,  che celebra il passato e il presente del marchio, è in vendita da Pérfume By Calé

 

Be first to comment

Rispondi