Iris Rebelle di Atelier Cologne: un iris trasparente e fresca

Nuova fragranza, e primo punto vendita in Italia, a Milano, di Atelier Cologne. Abbiamo incontrato i due founder e ci hanno raccontato che….

Entrambi sono di origini italiane, i bisnonni di Christophe Cervacel erano genovesi, mentre gli antenati di Sylvie Ganter di Venezia e Parma, entrambi francesi e con una passione per l’Eau de Cologne. Si sono incontrati a New York 12 anni fa, Christophe fece a Sylvie un colloquio di lavoro perché cercava qualcuno che lo aiutasse sul mercato Americano. Lei parlava cosi bene la lingua che lui pensò fosse americana e lei ,giustamente, si arrabbiò. Nonostante l’inizio burrascoso iniziarono a lavorare insieme e una sera davanti ad un cocktail di troppo Sylvie gli rivela che vorrebbe creare una linea di Acque di Colonia ma con una persistenza superiore di quelle che si trovano sul mercato. Christophe complice l’effetto dell’alcool le dice che l’aiuterà solo se lei lo sposerà. Nasce così un sodalizio sentimentale e lavorativo che ha portato i due a interrompere i loro rispettivi matrimoni, erano entrambi sposati e con figli, metter su famiglia, e vendere i loro appartamenti per finanziare la creazione del brand Atelier Cologne. Prima maison di fragranze di nicchia interamente dedicata alla Eau De Cologne, colonie di carattere, le Cologne Absolue con formule concentrate, che hanno la freschezza che contraddistingue la colonia classica ma con una persistente scia olfattiva per via di una maggiore concentrazione di oli essenziali. Il loro lavoro, il rifiuto a scender a compromessi sulla qualità e le intuizioni vengono premiate dal pubblico e il brand cresce. Aprono i primi monomarca e attirano l’attenzione del colosso del beauty L’Oreal che li acquisisce. E’ la consacrazione. Da allora viaggiano di continuo e dividono il tempo tra Parigi, New York e il resto del mondo incontrandosi appena possibile. In occasione del lancio della nuova fragranza Iris Rebelle e dell’apertura del primo monomarca italiano li abbiamo incontrati ….

Cos’é il profumo per voi? Il profumo dice molto di te, indossare un buon profumo ti fa sentire bene. E’ parte delle personalità é il modo perfetto per mostrare agli altri chi si é senza parlare.

Prima memoria olfattiva legata all’Acqua di Colonia. S: avevo sette anni e mia mamma mi portava spesso con lei in profumeria, ricordo che una volta la commessa mi regalò un campioncino di Orange Verte di Hermès, fato vuole che sia stato anche il primo brand dove ho lavorato dopo l’Università. C: Avevo 12 anni e un mio amico per il mio compleanno mi regalò un profumo di Lacoste che apprezzai molto perché giocavo a tennis e amavo il brand. Ricordo che era un Eau de Cologne molto mascolina.

Avete mai sentito l’Acqua di Colonia di Farina? No mai, non ne abbiamo sentito il bisogno.

Avete mai pensato di creare una colonia per bambini? Certamente, ci stiamo lavorando ma ancora non é finita, é molto più complicata da relizzare perché richiede che le materie prime siano tutte completamente naturali.

I vostri figli indossano le vostre fragranze? Sì, a parte la più piccola, gli altri, che sono adolescenti, indossano tutti i profumi di Atelier Cologne, ognuno però ha le sue preferenze.

Quale dei profumi rappresenta di più la vostra personalità? C: Pomelo Paradis, perché si ispira ad un uomo che guida tutta la notte per incontrare la sua donna, amo molto guidare e ho fatto migliaia di kilometri per incontrare Sylvie. S: Bois Blond perché é come una seconda pelle, non sembra che indossi un profumo, é perfetto sia con gli abiti che con una camicia e jeans.

Prima volta che avete sentito un profumo all’iris. C: ero in aeroporto ed ero molto giovane ho sentito questo profumo meraviglioso e ho scoperto poi che era un profumo all’iris e per di più femminile. S: quando lavoravo da Hermés Ellena, all’epoca direttore creativo, stava creando una fragranza all’iris, e mi colpì molto sapere quanto fosse costosa come materia prima. Una volta sentita sulla pelle la nota dell’iris mi è piaciuta subito molto perché diventa magica.

Ci parlate di Iris Rebelle? Iris Rebelle racconta la storia di un sorprendente incontro a bordo di un areo. Seduto accanto a una ballerina, un artista disegna incessantemente, incurante del fatto che sta invadendo il suo spazio. Seccata per la situazione lei cambia di posto, e solo allora lui capisce quanto sia stato indelicato. Pochi giorni dopo, pronta per andare in scena, lei si sporge dalle quinte per sbirciare il pubblico, come fa di solito. Ebbene, lui è lì, in prima fila! Per darsi coraggio, lei va in scena immaginando di danzare solo per lui. Per Iris Rebelle è stato scelto l’iris del Marocco. Fiore d’arancio e bergamotto di Calabria, le note caratteristiche della Colonia, conferiscono freschezza al vibrante pepe nero; la rosa di Grasse aggiunge complessità alle delicate note di iris, mentre il legno di gaiac, il patchouli e il muschio bianco donano calore al suo profumo cipriato. La formula della nostra colonia assoluta è fatta al 90% di ingredienti di origine naturale della migliore qualità, a cui aggiungiamo una selezione di note inattese, lavorate chimicamente per acquisire l’equilibrio creativo caratteristico della nostra maison de parfum.

Potete descrivere Iris Rebelle con degli aggettivi?. S: inaspettato, elegante, ribelle. C: fresco, speciale, avventuroso, sorprendente, inusuale, trasparente.