La Fleur by Livvy Forbidden Love: recensione

Una Storia d’amore raccontata a voce bassa

di Andrej Babicky

Ci sono fragranze che urlano, che gridano al mondo la loro esistenza, che fanno sentire la loro voce ancora prima che arrivi chi le indossa. Ci sono fragranze che sussurrano, alle orecchie di chi vuole ascoltare, con voce suadente, storie di luoghi lontani, di amori impossibili, di tempi oramai passati. Forbidden Love è una di queste. La sua soave voce ci introduce nell’intreccio ricco e colorato, quasi fosse un arazzo di cui la tessitrice ne ricama storia attraverso le note olfattive. E’ una fragranza intima e contemplativa, come una passeggiata nel giardino all’alba, quando gli ultimi raggi aurei colpiscono il mondo con il loro riflesso ambrato. La stessa sensazione di pace che avvolge il paesaggio si riflette nell’aura morbida di Forbidden Love.

Il naso indie americano, Olivia Larson (intervista qui), crea un racconto olfattivo ricco di sfumature, attraversato dall’ombra della tristezza di un amore impossibile di un’uomo innamorato di una geisha. La delicata morbidezza floreale di un bouquet diafano di fiori d’arancio e gigli con il loro aroma dolce e inebriante viene attraversato da una screziatura quasi verde delle foglie di cipresso. L’assoluta di fiore di loto aggiunge una nota insolita, quasi una tensione che incarna il dolore struggente del giovane, il quale sa di non poter mai trasformare il suo amore in realtà. Forbidden love è quasi come una preghiera silenziosa che sale verso il cielo insieme alle volute d’incenso trasportate dalla brezza. Il fruscio della seta dell’abito della geisha è materico, tattile e nello stesso tempo sfugge tra le dita inesorabilmente, lasciandosi dietro il ricordo della grazia dei movimenti di lei, della sua purezza e candore. 

Mentre il manto vellutato dell’oscurità avvolge il mondo nel suo morbido abbraccio, lasciando risplendere solo la luna e le stelle come testimoni muti, ed il giorno esala il suo ultimo respiro, una seducente miscela di note dolci e morbide si uniscono al nostalgico profumo dei gigli riempiono l’aria.

Come nella cerimonia del tè si rimane affascinati dalla maestria di chi conduce il rituale, così anche Forbidden Love rispecchia la maestria di un giovane naso che ha da raccontare tante storie attraverso le sue fragranze uniche.

Per scoprire di più visitate https://www.lafleurbylivvy.com/

ENGLISH VERSION

La Fleur by Livvy Forbidden Love

A love story told in a low voice.

Some fragrances scream, shout their existence to the world, that makes their voices heard even before the wearer arrives. And some fragrances whisper, in the ears of those who want to listen, with a persuasive voice, stories of distant places, of impossible loves, of times now past. Forbidden love is one of them. Her sweet voice introduces us to the rich and colourful weave as if the fragrance was a tapestry whose story the weaver embroiders through the olfactory notes. It is an intimate and contemplative fragrance like a walk in the garden at dawn when the last golden rays hit the world with their amber reflection. The same feeling of peace that envelops the landscape is reflected in the soft aura of Forbidden Love.

The American indie nose, Olivia Larson (interview here), creates an olfactory tale full of nuances crossed by the shadow of the sadness of impossible love of a man in love with a geisha. The delicate floral softness of a diaphanous bouquet of orange flowers and lilies with their sweet and intoxicating aroma is crossed by an almost green streak of cypress leaves. The lotus flower absolute adds an unusual note, almost a tension that embodies the agonizing pain of the young man who knows he can never turn his love into reality. Forbidden love is almost like a silent prayer that rises to the sky along with the scrolls of incense carried by the breeze. The rustle of the silk of the geisha’s dress is material, tactile and at the same time slips through the fingers inexorably leaving behind the memory of the grace of her movements, of her purity and candour.

While the velvety mantle of darkness envelops the world in its soft embrace, letting only the moon and stars shine as mute witnesses and the day exhales its last breath, a seductive blend of sweet and soft notes join the nostalgic scent of lilies lingering in the air.

As in the tea ceremony, one is fascinated by the mastery of those who conduct the ritual, so too Forbidden Love reflects the mastery of a young “nose” who has many stories to tell through hers unique fragrances.

To find out more visit https://www.lafleurbylivvy.com/

Be first to comment

Rispondi