l’Homme à la Rose di Maison Francis Kurkdjian: recensione

La rosa è un ingrediente popolare in profumeria, in tanti hanno creato profumi ad essa dedicati; dalla rosa di Coty a Paris di YSL o l’accordo di Tresor. E’ molto versatile e dà voce a i fiori muti, pensiamo alla peonia, il cui profumo, impossibile da estrarre, viene ricreato con l’olio essenziale di rosa. Rosa, celebrata nella letteratura, arte e anche nel design. 

E’ interessante scoprire da Monsieur Kurkdjian come, fino al secondo secolo, esistessero solo 7 tipi di rose che venivano usate principalmente per le loro virtù nella cura della pelle. Dal II secolo all’epoca di Luigi XIV le varietà di rose erano solo 14. Fu solo a fine ‘800 che, grazie all’interesse nella coltivazione, il numero di varietà iniziò ad aumentare, grazie alla tecnica di ibridazioe. In quei periodi viene creata a Cap Ferrat, in Francia, la rosa centifoglia. Chiamata così perché aveva 100 petali, contro i 40 attuali. Ma la cosa più importante è che questo tipo di rosa ben si adattava ad essere usata in profumeria.

Solo due varietà di rose sono usate nella profumeria e sapete perché?

Molte varietà di rose oggi sul mercato provengono dallo storico vivaio della famiglia Ducher,  (si deve a loro per esempio l’invenzione della rosa gialla). Nonostante le centinaia di varietà di rose sono solo due quelle usate in profumeria e sapete perché? Perché per distillare una rosa bisogna che il petalo sia molto sottile. Più è grosso e compatto, più è difficilissimo estrarne il profumo. E cosi la rosa damascena, quella bulgara, turca e iraniana, e la centifolia di Grasse, sono diventate le rose usate nella profumeria. Perché hanno petali sottili, hanno un profumo molto intenso e fioriscono diverse volte l’anno. 

La rosa come nota maschile

In oriente la rosa è utilizzata, da sempre, all’interno delle fragranze maschili. In occidente è considerata una nota femminile, ma i tempi cambiano (meno male!) e così anche i gusti. Come ci sono tante donne che amano le colonie agrumate, e i boise, ci sono uomini che amano le note fiorite. 

A loro è dedicato l’Homme a la Rose, firmato da quel genio di @maisonfranciskurkdjian Un floreale legnoso da uomo. Un mix di rosa damascena, centifolia, pompelmo e un accordo di legni. Nella fragranza troviamo in testa e nel cuore la rosa bulgara e turca, e l’assoluta di rosa centifolia di Grasse nel fondo. Il risultato è una rosa decisamente moderna, elegante, fresca con un fondo leggermente pungente e ruvido.

l’Homme à la Rose di Maison Francis Kurkdjian è una rosa che piacerà anche alle tante donne che abitualmente rubano il profumo al proprio uomo.

Be first to comment

Rispondi