Libera Mente di Calé Fragranze D’Autore: un “comfort perfume” tutto da scoprire

 

Mai come in questi giorni ci sentiamo in trappola. Mai come in questi giorni sogniamo di evadere in un luogo lontano. Lontano da questo virus che ha stravolto le nostre vite, da situazioni difficili che siamo costretti a vivere tra le le pareti di casa, o semplicemente lontani dalla noia di giornate tutte uguali, scandite da un tempo immobile e dilatato. C’è un modo per lasciare le proprie abitazioni e fuggire senza essere scoperti; basta spruzzare un profumo, chiudere gli occhi ed annusare. Solo un profumo è in grado ti trasportarci, anche se per pochi e preziosi istanti, in bosco di montagna, in un roseto inglese, distesi sulla sabbia di un isola tropicale, senza muoverci da casa. Il profumo ha questo potere, quello di renderci liberi, di liberare la mente. Ed è proprio questo il nome, Libera Mente, di una delle creazioni firmate da Calé Fragranze D’Autore, brand italiano la cui mente è Silvio Levi, esperto del settore. Co-fondatore di Esxence, manifestazione fieristica di riferimento internazionale, dedicata alla profumeria artistica. Levi é anche il founder di Calé, affermata realtà italiana nel mondo della distribuzione. Curiosa di saperne di più su Libera Mente, il cui nome mi ha subito intrigato, ho chiesto a Silvio Levi e a sua figlia Giulia, che lavora a suo fianco, di parlarmi di questa fragranza.

Qual è l’ispirazione dietro Libera Mente?

Silvio Levi: Libera Mente è ispirato dai giardini Karensansui, ovvero i giardini senz’acqua. In questi luoghi di meditazione tutto richiama l’elemento vitale dell’acqua, ma essa non è affatto presente alla vista. L’idea che si possa evocare l’acqua alla mente, come forma di concentrazione ed astrazione, è stata tradotta in questa fragranza meditativa e rilassante. Giulia Levi: Immaginatevi una città caotica e frenetica: la gente che corre, il traffico dell’ora di punta, l’inquinamento sonoro dei clacson, delle rotaie del tram, delle ruote sull’asfalto. Poi, ad un tratto, durante una passeggiata nervosa e senza meta, intrapresa con un’irrefrenabile desiderio di calma e silenzio, di evasione da questa assordante e travolgente realtà, una piccola porta di legno, alla fine di una stradina imboccata per caso, attira la nostra curiosità e, come ipnotizzati, la apriamo senza farci domande, senza pensarci due volte. Davanti a noi si apre un meraviglioso giardino zen, un’oasi di pace e tranquillità popolata da sabbia, pietre e sassi, un curioso, ma meravigliosamente piacevole, rumore di acqua che scorre, ma non si vede, e dei ponti che ci agevolano il passaggio fisico e metaforico da una zona all’altra. Iniziamo a rilassarci e ad abbandonare lo stress e l’agitazione accumulati e a riflettere sulle cose davvero importanti nella vita….

Ce descrivereste Libera Mente partendo dall’apertura fino alle note di fondo?

Silvio Levi: L’apertura è indefinita ma aperta, chiara, trasparente con un senso di note ambrate e salate che, come un velo morbido, abbracciano e pian piano passando a note floreali, ma senza dominanze nette, per poi giungere a note rassicuranti e accoglienti di foglie di the e vetiver. Giulia Levi: Un insolito accordo di zenzero, rabarbaro, arancia amara e note acquatiche si apre ad un cuore floreale vivacizzato da un pungente abete per sfumare in un caratteristico sentore di vetiver, the nero e alga spirulina (l’acqua che c’è ma non si vede) che sublima e chiude la meditazione olfattiva.

Libera Mente in 3 aggettivi.

Silvio Levi: Rilassante, positivo, acquoso. Giulia Levi:  Rilassante, avvolgente, positivo.

Quali emozioni vi suscita questo profumo?

Silvio Levi:  Una calma rilassata, fiducia e positività. Giulia Levi:  Senso di pace ed evasione, un luogo dove potersi estraniare dal mondo e riflettere senza le ansie del mondo quotidiano.

Che colore vi fa venire in mente questo profumo?

Silvio Levi: Un grigio chiaro venato, come una pietra ricoperta da goccioline di rugiada. Giulia Levi: Grigio chiaro tendente all’azzurro

In che occasione, e con che tipo di abito, indosseresti questo profumo? Silvio Levi: In viaggio, nel Far East mentre scopro nuove culture o a casa in campagna, con amici e senza orari. Una camicia bianca ariosa su pantaloni di cotone comodi a gamba corta. Giulia Levi:  La sera a cena con un abito elegante ma comodo, in un resort con SPA dopo aver dedicato la giornata a me stessa.

Libera Mente la mia recensione

Libera Mente é un “Comfort Perfume”, proprio come quei cibi che ristorano l’anima e il corpo, e ci fanno sentire bene quando li mangiamo. Libera Mente ha una freschezza trasparente, acquatica, soave, e distensiva in apertura. Poi con il passare del tempo il vetiver prende il sopravvento sulla mia pelle. E’ un vetiver sì fumoso ma, morbido e ovattato, un velo che lascia filtrare una soffice luce…. 

 

Be first to comment

Rispondi