Maison Crivelli: Rosa Saltifolia e Bois Datchaï

Due fragranze: una rosa sofisticata e moderna e un boisè misterioso, per Maison Crivelli, nuovissimo brand di profumi francese

Maison Crivelli é un nuovissimo brand di profumi lanciato da pochi mesi sul mercato francese, che vede la qualità andare di pari passo con l’estetica minimal ma ricercata. Il founder,  Thibaud Crivelli, é uno spirito nomade, per tre generazioni la sua famiglia  ha vissuto nei quattro angoli del globo, tra cui Vietnam, Marocco, Libano e Australia. Fin da bambino ha subito il fascino delle altre culture e dei profumi. Nel 2006 si trasferisce a vivere in Asia dove rimane per circa 10 anni, lavorando nel marketing per i più noti brand di profumi, fino a quando, forte della sua esperienza, ha deciso di realizzare il suo sogno, creare il suo brand.

Rosa Saltifolia di Maison Crivelli è una rosa rugiadosa, luminosa, fresca, croccante, con tocchi verdi e leggermente futtati. Un profumo che ha la sensualità di una sottoveste di seta. La creatrice, Stéphanie Bakouche, naso indipendente, è stata chiamata a tradurre, in note olfattive, il ricordo del profumo di un campo di rose che cresceva vicino al mare, con il suo mix floreale salato, e in cui Mr Thibaud si è ritrovato a passeggiare in uno dei suoi innumerevoli viaggi. La profumiera ha usato bacche rosse, che danno un tocco fruttato e speziato, con una sfaccettatura leggermente boisè,  l’assoluta di rosa centifolia, molto fresca e mielata, e l’assoluta di alghe, liquorosa, setosa con sfaccettature cuoiate.

Bois Datchaï é un profumo dark, come una favola di Tim Burton, che si ispira all’esperienza di raccogliere bacche selvatiche tra i rami fitti e contorti di una foresta primordiale. Bois Datchaï di Maison Crivelli é ombroso, secco, con note affumicate e tocchi fruttati. La profumiera é Dorothée Piot di Robertet. Tra le materie prime l’assoluta di bocciolo di cassis, con una sfaccettatura verde, fruttata, acidula, che ricorda la liquirizia. Guaiaco che ha sentori di legno bruciato, cuoio e una sfaccettatura calda, e cedro della Virginia, dalle note secche, pungenti, che ricorda l’odore di una matita.