Note de Yuzu:Maison Kitsuné x Heeley

Un profumo fresco e sofisticato, punto di incontro tra la cultura orientale ed occidentale. Alla scoperta della nuova fragranza unisex Note de Yuzu, di Maison Kitsuné x Heeley

Cosa succede quando il creatore di un brand di fragranze di nicchia di culto come Heeley collabora con un brand di moda cool, ma anche casa discografica, come Maison Kitsuné? Scopriamolo insieme con uno dei protagonisti; il talentuoso James Heeley, che ho incontrato a Milano in occasione del lancio del profumo Note de Yuzu

Come é nata questa collaborazione con Maison Kitsuné? Avevo già creato delle candele per il brand, Masaya Kuroki e Gildas Loaëc, i fondatori di Kitsuné, amano il mio lavoro e mi hanno chiesto di creare un profumo che fosse l’incontro tra l’est e l’ovest, tra la cultura orientale ed occidentale. Sono partito quindi dallo yuzu, un agrume usato in profumeria che in Giappone é sinonimo d’inverno, tanto che durante il solstizio d’inverno, lo yuzu viene immerso nei bagni caldi, e con i suoi aromi benefici assicura salute e vigore per l’anno nuovo. Volevo rispettare questa tradizione giapponese e trovare un punto di contatto con la nostra, e gli agrumi mi sono sembrati il fil rouge. Gli agrumi di fatto sono il frutto invernale per eccellenza, anche se nel mondo dei profumi noi occidentali, associamo il loro profumo all’estate. Sono partito dal limone e dal clementino é ho lavorato su una interpretazione fresca, luminosa e contemporanea di una fragranza agrumata.

Ci parla della scelta del nome? Perché Note de Yuzu? Maison Kitsuné nasce come casa discografica, e musica e profumo hanno in comune le note, che generano una composizione, da cui Note de Yuzu.

Maison Kitsuné nasce come etichetta discografica per trasformarsi in brand di abbigliamento. Se Note de Yuzu fosse un brano musicale quale sarebbe? E se fosse un capo d’abbigliamento? Musicalmente lo identifico con gli Happy Mondays un gruppo di acid house di Manchester perché il colore del profumo é giallo acido. Se fosse un capo di abbigliamento sarebbe una camicia button down di cotone un capo unisex e chic.

Ci descrive Note de Yuzu con due aggettivi? Luminoso e fresco.

Se l’ESA (l’Agenzia Spaziale Europea) le chiedesse una delle sue creazioni da spedire in una sonda nello spazio, per far conoscere alle civiltà aliene i profumi, quale sceglierebbe e perché? Cardinal perché dentro ha le note di incenso, un materia prima di origini antichissime che veniva inizialmente bruciata come tributo agli dei.

App preferita. Shazam.

Sito internet preferito. Numero.com. E’ il sito del famoso magazine francese di moda. Mi piace perché anche la parte  digitale é curata in modo impeccabile e riflette l’estetica del magazine su carta, al contrario dei siti di molte altre riviste.

Il libro, tra quelli che ha letto ultimamente, che le è piaciuto di più. Goldfinch di Donna Tart.

Il film che ha amato di più tra gli ultimi che ha visto. Brown Bunny.

Le mie impressioni su Note de Yuzu: la fragranza si apre con note succose e fresche del limone e del mandarino, ma non quello aspro, ma il mandarino tardivo quello più dolce. Due agrumi caratteristici della stagione invernale che si combinano perfettamente con la molecola di calone, nel cuore, che riproduce l’odore del mare. La dolcezza e luminosità iniziale viene compensata dalle note di vetiver di Haiti che da un tocco più terreno e affumicato e rende Note di Yuzu un nuovo classico da avere nel guardaroba olfattivo