Ozio: il profumo del dolce far niente firmato Calé Fragranze D’autore

“L’ozio è il principio di tutti i vizi e il coronamento di tutte le virtù.” Franz Kafka.

C’è stato un tempo in cui la parola ozio non era così demonizzata, essendo il momento in cui ci si dedicava al riposo e alla ricerca intellettuale. Poi però l’ozio ha acquisito una connotazione negativa diventando sinonimo pigrizia, di inattività, procastinazione, inerzia. E i momenti di riposo si sono annullati a discapito di una continua e logorante, iper attività, complice i cellulari che ci rendono sempre raggiungibili e connessi h/24. E’ servito il lockdown per farci fermare e per ricordarci che in fondo l’ozio non solo è benefico, ma è necessario per ricaricarci mentalmente e fisicamente. All’ozio è dedicato un profumo di Calé Fragranze D’autore. Abbiamo chiesto al founder del brand e sua figlia di parlarci del profumo, ma dal punto di vista delle emozioni che suscita…

Qual è l’ispirazione dietro il profumo?

Silvio Levi: E’ dedicato all’Otium dei Romani, il cui opposto era ne-otium, da cui deriva il vocabolo negozio. Quindi è il tempo dell’inoperosità dagli affari che si dedica all’arricchimento dell’anima. Un cascinale di famiglia nella calma della campagna appenninica, un pergolato tra erbe selvagge, un tavolaccio con una tovaglia a scacchi, un bicchiere di vino nostrano, una sedia impagliata, un cellulare spento e un gran bel libro a farci compagnia. Giulia Levi: L’ozio, il tempo “libero” ristoratore dedicato a se stessi e alla propria edificazione. Un libro, un’amaca, il cinguettio degli uccelli e il frusciare delle foglie come compagni di questo meraviglioso viaggio senza tempo.

Potete descriverlo partendo dall’apertura fino alle note di fondo?

Silvio Levi: Un sentore di erbe selvatiche e della loro linfa dolciastra, bianca, appiccicosa che rilascia il suo profumo quando vengono calpestate. Un vago accenno di spezie e fiori di campo e un caldo fondo di legni aromatici e chiari. Giulia Levi: In tre diverse ondate che si seguono e poi si mescolano in un tutto armonioso si avvicendano sentori di piante selvatiche, fiori di campo e legni.

Tre aggettivi per descrivere il profumo?

Silvio Levi: Sereno, verde, riflessivo. Giulia Levi: Piacevole, fresco e rilassante

Quali emozioni vi suscita questo profumo?

Silvio Levi: Un grande senso di distacco positivo, di introspezione scanzonata e di affetti recuperati. Giulia Levi: Una profonda serenità data dal piacere di essere immersi nella natura, in un mondo utopistico incontaminato e silenzioso in cui pensieri e fantasia viaggiano insieme dipingendo un magnifico affresco.

Che colore vi fa venire in mente Ozio?

Silvio Levi: Un verde chiaro assieme ad un azzurro intenso. Giulia Levi: Verde chiaro

In che occasione e con che tipo di abito indossereste questo profumo?

Silvio Levi: In campagna, in compagnia, in vacanza. Magliettona comoda, golf irlandese, jeans o pantaloni di velluto e scarpe comode da passeggiata. Giulia Levi: In vacanza sotto un pergolato o comodamente sdraiata nel giardino di una casa in campagna con un libro, cuffie e musica bassa con addosso jeans, canotta e sneakers.

Le mie impressioni.

Ho spruzzato Ozio e ho chiuso gli occhi. Mi sono ritrovata su un’amaca, nel giardino di una bella casa in campagna, quelle con i muri in pietra a vista, e grandi vetrate. Da lontano sentivo qualcuno che mi chiamava, ma sono rimasta mollemente distesa, con un libro in mano, circondata dal canto dei grilli, e dall’odore del verde lussureggiante degli alberi, e quello delle erbe aromatiche del giardino. Se ozio deve essere che lo sia fino in fondo. Ozio di Calé Fragranze D’Autore è in vendita su https://eshop.perfumebycale.it

Be first to comment

Rispondi