Plumeria de Orris di Areej Le Doré: recensione

Una fragranza dedicata alla bellezza dei fiori di frangipani: Plumeria de Orris di Areej Le Doré 

di Andrej Babicky

Come raggi di brillante luce, che attraversano l’ambra fossile, gettando dorate ombre sui carnosi petali di fiori esotici dalle sfumature di colore lievi, incendiano la composizione con un calore tattile e polveroso, denso, cremoso e quasi impenetrabile. Le note sono strettamente intrecciate, difficilmente separabili, è un tutt’uno in lenta evoluzione. Dal nascondiglio delle ombre si sente un crescente ruggito di avvertimento di una belva feroce, che rimane sullo sfondo per tutto il giorno. Insolito ed unico come del resto le fragranze di Areej le Doré. In questa composizione, l’assoluta di plumeria o frangipani, viene accompagnata dall’olio distillato di questo fiore tipico dei paesi tropicali. Le note fruttate di albicocca aggiungono un pò di dolcezza golosa, senza che diventi stucchevole, ed allegeriscono con note acidule la densità della fragranza. Il burro di iris fa sentire la sua polverosa presenza, mescolandosi alla cremosità del sandalo e della vaniglia. Sullo sfondo di questo quadro così ricco, emergono delle note di legni affumicati e di resine bruciate, aggiungendo una ulteriore velatura. Lo zibetto aggiunge l’aspetto animale, il quale anche se non dominante rimane ben rappresentato. Plumeria de Orris è sicuramente un’ode al fiore di frangipani, originale ed insolito.

Be first to comment

Rispondi