Profumi e film: Liaisons Dangereuses By Kilian

Cosa lega un romanzo famoso, un film di culto e il profumo di un brand cool come By Kilian? Un nome decisamente evocativo, Liaisons Dangereuses, e molto altro ancora….

 

E’ sicuramente il più affascinante tra i creatori di brand di profumi: giovane, carismatico, cosmopolita e rampollo di una delle famiglie più influenti di Francia. Ai profumi è arrivato per caso, complice la tesi di laurea sulla semantica degli odori. Perchè Kilian Hennesy, nipote del co-fondatore del colosso del lusso LVMH, è cresciuto nelle cantine delle distillerie di famiglia, quelle del cognac Hennessy. Dopo un decennio trascorso nelle più importanti maison del settore, e appreso tecniche e segreti dai migliori nasi, ha lanciato la sua linea di fragranze di nicchia By Kilian. Materie prime di alta qualità, packaging super sofisticato e anima green, tra refill e custodie che si trasformano in clutch da sera. Finanche una particolare attenzione ai nomi delle sue creazioni, diverse delle quali si chiamano come un famoso brano musicale o un film, vedi Liaisons Dangereuses. Una pellicola cult degli anni ’90 (in italiano Le Relazioni Pericolose, e in inglese Dangerous Liasons) adattamento cinematografico dell’altrettanto famoso romanzo epistolare di Pierre-Ambroise-François Choderlos del 1782: Les Liaisons Dangereuses. Il libro, considerato un capolavoro della letteratura francese ha ispirato diversi registi, primo tra tutti Roger Vadim a cui si deve la prima trasposizione cinematografica nel 1959, nel 1988 tocca a Stephen Frears, a cui segue nel 1989 Milos Forman, con Valmont, mentre nel 1999 Roger Kumble ne ha dato un’interpretazione contemporanea con Cruel Intentions.

La versione più celebre però rimane quella diretta nel 1988 da Stephen Frears, con un cast stellare:  Glenn Close, John Malkovich, Michelle Pfeiffer, Uma Thurman, e Keanu Reeves. Il film ci presenta due irresistibili canaglie: la Marchesa de Merteuil (Glenn Close) e il suo partner in crime ed ex amante, il visconte di Valmont ( John Malkovich). Per Valmont e la Marchesa, la vittoria è il massimo piacere: l’unico piacere, che si combatte a suon di intrighi, usando la seduzione come arma. La Marchesa soffre per essere nata donna in una società dove gli uomini hanno il potere, e la sua rabbia é il motore che la spinge. “Ho sempre saputo di essere nata per dominare il tuo sesso e vendicare il mio”, dice Glenn Close, ovvero La Marchesa de Merteuil, al visconte Valmont, e non c’è mai motivo di dubitare della sua affermazione per tutta la durata del film.  Gelosia, invidia, vendetta sono i sentimenti che la dominano e il suo impulso è quello di esercitare la sua influenza nel mondo, grazie al suo indiscutibile carisma e la sua abilità nell’intrigo con cui manipola la vita altrui, insieme al suo complice. Sperando di vendicarsi di un ex amante, la Marchesa sfida Valmont a sedurre Cecile de Volanges (Uma Thurman), una vergine che andrà in sposa al suo nemico e che è stata scelta espressamente per la sua purezza. Anche se la ragazza è molto bella Valmont ritiene il compito un insulto. È troppo facile. Ha un picco più alto da scalare, una donna  virtuosa e fedele, Madame de Tourvel (Michelle Pfeiffer) e scommette con la Marchesa che riuscirà nella sua impresa. Il regista ci mostra la complessità delle strategie usate dai complici e rivali che operano per la distruzione della purezza e dell’innocenza, così come la cinica ricerca del piacere a scapito del dolore degli altri. E così quella che nasce come una sfida e un divertimento si trasforma in un dramma. Un film assolutamente da vedere per la storia, tutt’ora moderna, i costumi meravigliosi, l’interpretazione magistrale dei suoi attori e il finale a sorpresa…..

Ma qual è il fil rouge che lega la famosa pellicola, libro e profumo a parte il nome? Diversi i punti in comune senza dubbio. Il profumo ben rappresenta le personalità delle tre protagoniste grazie alla rosa, cuore e nota olfattiva sui cui é costruita la fragranza. La rosa è l’unico fiore infatti a vantare significati e simbologie diverse, in base all’epoca, luogo di riferimento, e al colore. Rosa che rappresenta l’amore passionale ma nello stesso tempo la purezza, così come un segreto (vedi l’espressione sub rosa), sensualità, vanità, bellezza e decadenza. Ed ecco la virginale Madam de Tourvel, la carnale Cecile e la vanitosa e altera Marchesa. Altra cosa che lega il profumo al film, e al libro, é l’interpretazione di questa rosa data dal profumiere, Calice Becker. Non si tratta di una rosa carnale, narcotica e decadente ma di una rosa succosa e vivace, una rosa tentatrice, che seduce e crea addiction, grazie alle note di ribes, pesca e prugna. Una rosa che dopo averti attirato non ti lascia più andare e ti avvolge con le sue note sensuali di muschio, sandalo, vaniglia, vetiver e note boisé. Proprio come una seduttrice o quelle relazioni che sembrano nascere per gioco e in cui ci si accorge che é troppo tardi per fuggire.

La mia review: Appena spruzzato Liaisons Dangereuses  sulla mia pelle ho sentito subito la rosa, una rosa fresca, con delle sfumature verdi, per intenderci come il profumo in un roseto la mattina presto, quando il sole è basso all’orizzonte. Dopo cinque minuti, sparita la componente verde, e subentrata una parte più fiorita, fresca, non narcotica, la sensazione é quella di camminare in un prato fiorito in primavera mentre soffia una leggera brezza. Dopo dieci minuti ho iniziato ad avvertire qualcosa di succoso e dolce, ma non stucchevole, qualcosa che vien voglia di mordere. Dopo un ora sulla pelle ho un mix molto sensuale e femminile che profuma di rosa di frutti ma dalle sfumature legnose. Mi da una sensazione di morbidezza di calore, ma inteso come qualcosa di solare. Liaisons Dangereuses  é  un profumo che consiglio a chi ama le fragranze alla rosa, ma anche le fragranze femminili complesse, di grande personalità. Il sillage poi è notevole. Liaisons Dangereuses  é perfetto per il giorno ma soprattutto la sera, con un abito castigato davanti ma con un scollo vertiginoso schiena e stilletto d’ordinanza, perché questo non è il classico profumo da seduttrice stereotipata ma di una donna che ama sedurre non solo con il corpo ma soprattutto con la testa.