Regalare un profumo: le regole per non incorrere nei classici errori

Profumo: l’arte di regalarlo seguendo poche regole

Regalare un profumo é sempre un azzardo, basti pensare che qualche anno fa un noto magazine maschile, per evitare figuracce ai suoi lettori, ha intervistato un gruppo di donne chiedendo loro i peggiori regali mai ricevuti. Sapete il risultato quale è stato? Il profumo sbagliato si é classificato al terzo posto su una lista di 15!

Ma non sono solo gli uomini a regalare fragranze, ma anche le donne, e soprattutto a Natale, perché nell’immaginario é un dono sempre gradito, e poi non aiuta il bombardamento pubblicitario che in questo periodo é martellante.  Ricordate però che il profumo é un accessorio molto, ma molto personale, e se non si é in intimità con la persona a cui finirà in dono meglio desistere ed optare per altre soluzioni, prima che finisca tra i ricicli o come da deodorante per le tende.

Ma se avete, nonostante tutto, deciso di regale un profumo a Natale seguite queste regole e vi salverete dalla brutta figura!

Le regole per scegliere un profumo da regalare in dono

1- La persona a cui volete regalare il profumo é fedele da sempre allo stesso, ma si lamenta che lo sente poco? Scegliete allora i prodotti della linea corpo perché rafforzano l’intensità e persistenza.
2- Ha una vita mondana intensa, o viaggia tanto, ama le novità? Optate per un discovery set, non solo il giusto approccio per imparare a scoprire un brand, ma i campioni in esso contenuti sono della dimensione perfetta da portare sempre dietro
3 – Ama l’interior design? Le candele profumate sono perfette, con il packaging, da abbinare all’arredamento e colore delle pareti.
4 – Infine sorprendetela con un correttore; ovvero profumi cipriati, agrumati o muschiati, ma neutri, che vengono usati da sovrapporre su quello che già si possiede. Danno maggiore intensità, ma anche sfaccettature insolite, e un tocco più personale, alla fragranza che si é soliti indossare, ma senza alterare il carattere della composizione originale.

 

 

Be first to comment

Rispondi