Richard Lüscher Britos: profumi naturali e bio legati al territorio

Un nuovissimo brand di profumi 100% naturali, con ingredienti di origine biologica, creati da grandi profumieri e legati al territorio di origine delle materie prime: Richard Lüscher Britos

 

 

Un nuovo brand di fragranze legato alle materie prime e al loro territorio di origine, i cosidetti Terroir, un luogo definito da una combinazione di vari fattori come il clima, le proprietà del suolo, la terra, la cultura e il ‘savoir-faire’, che danno ai prodotti che crescono nella zona delle peculiarietà uniche. Richard Lüscher Britos, questo il nome del marchio, è il progetto di tre amici d’infanzia: Malvin Richard, esperto di profumi e figlio d’arte (suo padre é un profumiere) Lukas Lüscher, art director, e Serena Britos, antropologa e biologa. Nei loro viaggi oltre a scoprire i prodotti legati al territorio approfondiscono la storia dei luoghi, aneddoti compresi, prendendosi il tempo di parlare con la gente del posto. Le storie si trasformano poi nelle note olfattive di contorno che valorizzano ed enfatizzano una materia prima caratteristica del posto, protagonista del profumo.

Oltre alla particolarità del concept c’è da aggiungere che le fragranze di Richard Lüscher Britos, tutte in formato Eau de Toilette, sono 100% naturali, Il 75% dei componenti è  biologico e i profumi sono privi di additivi sintetici. I fondatori inoltre si approvvigionano degli ingredienti direttamente dai produttori garantendo una retribuzione equa, che a sua volta consente una produzione sostenibile. Come nel caso della Gardenia della Colombia, unica piantagione del Sud America, creata da padre e figlio e citata ad esempio anche da Luca Turin, esperto mondiale in profumi e autore di numerosi best seller.

“Si possono creare profumi eccellenti solo con materie prime di altissima qualità. Quelle che abbiamo cercato e selezionato durante i nostri viaggi provengono tutte da piccoli produttori che abbracciano il nostro concetto di Terroir e che hanno le conoscenze, le capacità e le tecniche necessarie per estrarre i migliori olii essenziali alla base delle formule dei nostri profumi.

Combinare olii essenziali per creare profumi naturali di alta qualità è un’operazione molto complessa, un’enorme sfida per qualsiasi parfumeur. Le fragranze naturali si volatilizzano più velocemente e sono molto più imprevedibili di quelle sintetiche. Per questa ragione i “nasi” capaci di praticare quest’arte sono rarissimi. I talenti con i quali abbiamo la fortuna di lavorare sono parfumeur riconosciuti, figure autorevoli della profumeria artistica. Con loro c’è una collaborazione stretta e intensa. Ogni Terroir è realizzato da un naso diverso, perché creare un Terroir inizia con un colpo di fulmine: il naso sceglie il proprio Terroir…e viceversa. Ne nasce una storia d’amore che si percepisce in ogni nostro profumo.

Una volta trovata la formula segreta perfetta, gli elementi vengono mescolati a mano. Per arrivare a una miscela giusta e armoniosa ci vogliono 4 settimane di riposo. Dopodiché, sempre manualmente, viene aggiunto un tocco di alcol biologico e di acqua di Hamamelis. Questa miscela richiede un ulteriore tempo di riposo di 4 settimane per raggiungere la massima intensità, qualità e freschezza. Un’ultima goccia di alcol verrà aggiunta quando il cliente ordinerà il profumo, immediatamente prima di trasferirlo nei flaconi”.

46°N 08°E: Svizzera -Pino cembro, Muschio di quercia, Balsamo d’abete –

L’aroma che rilasciano gli aghi di pino svizzero quando sono riscaldati dal sole delle Alpi. Il profumo dei licheni che ricoprono e proteggono le cortecce dei Cembri e l’odore delle valli alpine quando sono immerse nel silenzio dell’inverno, e gli abitanti si scaldano al calore del camino. La fragranza é stata creata da Jean-Claude Gigodot, profumiere parigino che ha composto profumi per grandi marche prima di scoprire e dedicarsi alla sua grande passione: i profumi naturali.

14°S 48°E: Madagascar – Ylang Ylang, Baie Rose, Vetiver –

Il profumo del “Fiore dei Fiori, il delicato aroma di mandarino che aleggia nell’aria, l’omaggio alla biodiversità, in Madagascar prosperano il terroso vetiver, il legnoso patchouli, il dolce cacao e la calda vaniglia. Il profumo é stato creato da Vero Kern creatrice di profumi e aromatologa, Vero combina odori e ricordi. È stata la sua precedente attività di assistente farmaceutica a portarla per la prima volta in contatto con aromi e profumi.

04°N 74°W: Colombia – Gardenia, Tuberosa, Caffè –

Il profumo cipriato della gardenia, quello dolce e mielato della tuberosa e l’aroma del caffè. “La prima “annusata” di gardenia non si scorda mai”, afferma Jean-Claude Richard, autore di questa fragranza.

38°N 16°E: Italia – Bergamotto, Fiori d’arancio, Sandalo –

Il Bergamotto calabrese, che proviene da Bovalino, e le sue leggende. Il profumo mielato della primavera calabrese e i profumi provenienti da altre culture s’incrociano armoniosamente con quelli delle tradizioni calabresi, in questo caso la presenza di una grande comunità indù che vive nella zona è stata d’ispirazione per l’uso del sandalo nelle note olfattive. Jean-Claude Richard, il fondatore dell’azienda svizzera Farfalla, è l’artefice di questo profumo. Esperto di osmologia, si dedica da oltre 30 anni alla creazione di profumi naturali.

44°N 03°E: Francia- Lavanda selvatica di montagna, Labdano, Vaniglia –

L’odore della lavanda selvatica raccolta a mano in Provenza (coltivata da una comunità di 15 donne), e sentori animali ispirati al forte odore di pecora che caratterizza il Terroir. La fragranza, ispirata dalla materie prime, é stata creata da Andy Tauer. Laureato in chimica, Andy crede in un rapporto armonioso tra uomo e natura.

Be first to comment

Rispondi