Santal Calling di Ex Nihilo: la mia recensione

E’ cremoso, morbido. Ha la sensualità del tocco della seta sulla pelle ed evoca il colore bianco e il beige nelle sue nuance.

Parliamo del sandalo, una nota che se usata negli accordi legnosi aumenta la leggerezza e luminosità della formula e porta anche intensità e persistenza nella scia. Se usata come ingrediente principale dona sensazione di rotondità, cremosità, morbidezza.

Sandalo che è il protagonista della nuova fragranza di Ex Nihilo Santal Calling un floreale boisé che ha nel cuore iris e note di latte, che amplificano la cremosità del sandalo. L’apertura è speziata, noci moscate, e nel fondo oltre al sandalo muschi e vaniglia. Il risultato? E’ un sandalo molto elegante e moderno, ma soprattutto versatile, perfetto sia per le occasioni formali, o come profumo da ufficio, che per una serata.

More from Vanessa Caputo
Autoabbronzanti: il sole a portata di mano
Simulano un colorito da spiaggia, per chi si vede troppo pallida, e...
Read More

Rispondi