Ti racconto un profumo: Habanita di Molinard e Black Orchid di Tom Ford

Due profumi orientali iconici; Habanita di Molinard e Black Orchid di Tom Ford e un gruppo di uomini e donne a cui sono stati fatti sentire, ma senza riferimenti di brand o packaging. Scoprite cosa ne pensano e le emozioni e i ricordi suscitati…..

Due profumi orientali iconici; uno che ha più di un secolo di storia, Habanita di Molinard, e l’altro una decade, Black Orchid di Tom Ford, entrambi dedicati a donne indipendenti e glamour.

Correva l’anno 1921 e le donne iniziavano a rivendicare la propria indipendenza, che passava anche attraverso il fumo delle sigarette. All’epoca coloro che fumavano in pubblico erano mal viste ma questo non fermava le flapper, com’erano ribattezzate le donne che si truccavano eccessivamente, acconciavano i capelli à la garçonne, bevevano alcolici e liquori, guidavano l’auto e fumavano in pubblico, sfidando le convenzioni.  Fu allora che Molinard lanciò Habanita, nata come fragranza pensata per profumare sigarette che veniva spruzzata direttamente sui filtri o sul pacchetto, perché va bene essere libere di imitare gli uomini ma meglio farlo con stile. Piacque così tanto alle flapper che nel 1924 diventò un profumo per la persona. Habanita fu una pietra miliare della storia della profumeria in quanto prima fragranza orientale femminile ad usare il vetiver, fino a quel tempo usato solo nei profumi maschili, il tutto custodito in una bellissima bottiglia nera di Lalique decorata con ninfe saltellanti. In breve Habanita diventò un successo, e ribattezzata “il profumo più tenace del mondo”. Successo che continua ancora oggi.

Black Orchid deve invece il suo grande successo all’intuizione di Tom Ford, che ha deciso all’epoca, nel 20o6, di creare una fragranza glamour ma che, allo stesso tempo, prendesse le distanze dalle tendenze del momento, proprio come la sua moda. “Volevo creare una fragranza in vecchio stile, ma in un senso nuovo. Una reazione a un decennio di minimalismo che ha lasciato la gente affamata di contenuto e sostanza. Volevo un prodotto potente.” Disse all’epoca Tom Ford per la fragranza orientale floreale che é diventata un best seller.

Due fragranze Habanita e Black Orchid che scatenano emozioni e ricordi e che abbiamo fatto sentire ad un pubblico di uomini e donne, senza però che avessero idea di cosa andassero a testare, per non essere influenzati nelle risposte. Perché indipendentemente dalle note olfattive il profumo é sogno, emozione. Scopriamo quindi dalle parole di chi ha partecipato al nostro blind test cosa ne pensano di Habanita di Molinard e Black Orchid di Tom Ford.

HABANITA DI MOLINARD

Risposte date dalle donne:

Polveroso.
Intimo, intrigante.
Ti sorprende, è indefinito come un incontro al buio che ti conduce in una direzione ma non si rivela se non all’ultimo istante.
Mistico.
Ricordi di un viaggio in oriente in Sri Lanka.
Una torta dolcissima e fragrante.
Ha un odore rassicurante, l’odore delle case del sud di un tempo, mi fa pensare alla famiglia.
Avvolgente.
Mi trasmette tranquillità.

Risposte date dagli uomini:

Una chiesa e l’odore dell’incenso.
Un odore della mia infanzia, quello delle Barbie delle mie cuginette quando ero piccolo.
Vacanza, relax.
Meditativo.
L’odore dell’incenso nella palestra di judo quando ero piccolo,
I bazaar in India.
Mi ricorda l’odore che aveva l’interno della borsetta di mia nonna, era gelosissima e io l’aprivo di nascosto per sbirciare il contenuto.

La mia impressione:
Habanita mi ha evocato memorie della mia infanzia….. mi ricorda il profumo che indossava mia nonna paterna quando ero piccola, magari era questo o se non lo é gli assomiglia in modo impressionante. Era una donna dalla personalità molto forte, sicura di se. Mi viene in mente in particolare la casa dei miei nonni perché di questo odore era impregnata la camera da letto e l’armadio. E’ stato emozionante sentire questo profumo e ricordare così vividamente quel periodo, e ogni particolare di quella casa che non vedo da quarant’anni, e a cui non ho mai pensato, dato che poi mia nonna si è trasferita in 1 altro appartamento e non ha più usato quel profumo. E’ un odore rassicurante che evoca tempi felici e spensierati.

Habanita note olfattive: testa: galbano, lentisco, petit grain. Cuore: heliotropio, gelsomino di Grasse, ylang-ylang, noce moscata, rosa centifolia, cedro, vetiver. Fondo: muschio, ambra, sandalo, vaniglia, patchouli, muschio di quercia.

TOM FORD BLACK ORCHID

Risposte date dalle donne:

Granada una città molto araba e i narghilè.
Opulento.
Un cocktail di frutta estivo.
Mi fa venire in mente un mercato e una pila di meloni accatastati.
Una foresta lussureggiante.
E’ rilassante, mi fa venire in mente un trattamento in una SPA fresco e avvolgente
Un gazebo, un vento caldo che ti accarezza la pelle come un soffio di velluto, tante che svolazzano intorno e il mare turchese delle Maldive.

Risposte date dagli uomini:

Un incontro d’amore con una donna molto sensuale.
Mi fa venire in mente l’eleganza delle donne del passato.
Una passeggiata in un bazaar indiano
Un viaggio in Medio Oriente.
Campagna, l’odore del fieno.
Mi fa pensare al freddo e al ghiaccio.
Un prato fiorito
Una torta alla vaniglia.

Le mie impressioni:
E’ cremoso, ricco, sensuale, opulento. Se fosse un capo d’abbigliamento sarebbe un abito da sera lungo, in satin nero, castigato davanti, ma con uno scollo abissale sulla schiena. Un profumo da indossare per sedurre un uomo perché quando lo indossi ti senti immediatamente super femminile e irresistibile.

Black Orchid note olfattive: Testa : tartufo, ylang-ylang, bergamotto, ribes nero. Cuore : orchidea, note fruttate, legno di loto. Fondo : incenso, patchouli, sandalo, vaniglia, cioccolato