Terre d’Hermès Intense Vetiver

Una fragranza iconica, e un vetiver luminoso e verde per Terre d’Hermès Intense Vetiver

Ci voleva il talento e l’audacia di Christine Nagel per misurarsi con un’icona, uno dei più grandi profumi maschili moderni sul mercato, il best seller della maison Hermès; parliamo di Terre d’Hermès creato nel 2006 da Jean Claude Ellena.

Una fragranza all’epoca rivoluzionaria per via dell’overdose, tra gli ingredienti della sua formula, di Iso E-Super, una molecola che replica l’odore del legno ma con sfaccettature floreali, molto usata in profumeria, e diventata famosa perché un brand di profumi indie l’ha usata per una fragranza composta interamente da Iso E-Super.

Non tutti si sarebbero cimentati in questo spinoso confronto ma Christine Nagel ha dimostrato di essere abbastanza sicura del suo talento sin dal suo arrivo in casa Hermès, ed è riuscita ad infondere al profumo una nuova forza portandogli un’intensità nata da un altro punto di vista, quello di un territorio ancora inesplorato, a cui è arrivata decostruendo la struttura della fragranza.

In Terre d’Hermès Intense Vetiver Madam Nagel riduce la percentuale di Iso E Super e sostituisce il pepe con il pepe Szechuan più versatile, dalla sfumatura verde e agrumata che insieme al bergamotto, aggiunto alla composizione, amplifica la luminosità inziale. Il Vetiver, già presente nell’originale, diventa il culmine di questa nuova creazione, e si manifesta nelle prime note, un vetiver più luminoso e vegetale, di cui Madam Nagel cattura sfaccettature diverse, molto meno ruvido, un mix che rende la fragranza meno minerale ma sempre sofisticata e timeless come tutte le fragranze di casa Hermès.