Tom Ford Private Blend Lost Cherry Eau de Parfum

Un orientale gourmand che vi sorprenderà, a partire dalla bottiglia rosso ciliegia. Scopriamo insieme Lost Cherry Eau De Parfum di Tom Ford, la nuova fragranza della Private Blend Collection che crea addiction…

Da quando ho memoria ho una passione per Tom Ford. Amavo la sua visione di donna sexy e indipendente quando era il direttore creativo di Gucci, le campagne pubblicitarie provocatorie ma estremamente glamour, la sua interpretazione di Yves Saint Laurent. Amo il lavoro che ha fatto con la linea che porta il suo nome, i film dalle atmosfere sofisticate che ha diretto e naturalmente la linea di makeup e profumi, che incarnano perfettamente il suo universo, e il suo stile patinato, sexy e lussuoso, ma estremamente moderno.

Ero curiosa quindi di provare la nuova fragranza della Private Blend Collection, Lost Cherry Eau de Parfum, caratterizzata da un sensualissimo pack rosso ciliegia, colore che si aggiunge al nero, il bianco di Soleil Blanc e il turchese di Neroli Portofino.

Ho amato questo profumo dal primo spruzzo perché appena indossato mi ha riportato alla mia infanzia, alle lunghe e oziose estati scandite dal gusto dolce ma un pò aspro dello sciroppo di amarene, che accompagnava le torte e altre golosità preparate da mia nonna. L’evoluzione mi sorprende con note di mandorla amara croccanti e il profumo delle ciliegie mature, succose e succulente,  che rivela con il passare dei minuti una rosa morbida e voluttuosa, quella turca, e l’inebriante gelsomino d’Arabia.

Dopo circa due ore dall’applicazione il mix di fava tonka tostata, legno di sandalo, vaniglia, balsamo del Perù, vetiver e cedro conferisce alla fragranza un calore sensuale e voluttuoso. Lost Cherry Eau de Parfum non delude, come tutti i profumi di Tom Ford, le mie aspettative.