Tour olfattivo dell’Italia con Paglieri 1876

Si ispira alle città italiane e il loro patrimonio storico e olfattivo la linea di fragranze Paglieri 1876, che celebra un ritorno alle origini del brand….

Ci sono odori che fanno parte della memoria olfattiva di generazioni di italiani, come quello del talco di Paglieri, Felce Azzurra, azienda fondata più di un secolo fa, nel 1876, e ancora oggi a conduzione familiare. Pensare che tutto é nato dalla passione per le fragranze di Lodovico Paglieri, fondatore del brand, nata nella profumeria che il padre gestiva ad Alessandria nei primi anni del XIX secolo. Prima del famoso talco l’azienda lanciò  l’Eau De Cologne Felce Azzurra, e per anni i profumi, insieme al talco e alla cipria furono il principale business, fino a quando negli anni ’70 l’azienda smise di produrre fragranze.

Non stupisce dunque il ritorno alle origini grazie alla linea Paglieri 1876 che si ispira ai profumi del territorio italiano e al patrimonio storico di alcune città : Venezia, Amalfi, Genova, Roma, Firenze e Agrigento.

I profumi sono caratterizzati dal nome in latino: Agrigentum, Amalphia, Florentia, Genua, Romae, Venetiae e riportano sul pack simboli caratteristici che vanno dalle maioliche al carretto siciliano e per ogni fragranza è stata creata una ceramica dipinta a mano che può essere utilizzata come profumatore per enfatizzare la composizione olfattiva.

Ogni profumo della linea Paglieri 1871 é un rimando alla storia e al territorio. Genua è un profumo verde, con agrumi e legni. Venetiae è un mix di legni orientali, e spezie. Florentia é un boise con note di legno e cuoio a cui la rosa aggiunge sensualità. Rosa protagonista di Romae, resa frizzante e fresca grazie alle note del mandarino bacche di rosa. Gli agrumi invece, mandarino verde, pompelmo e bergamotto, sono i protagonisti di Amalphia. E infine Agrigentum, che celebra le contaminazioni arabe con bacche ribes nero, gelsomino indiano, e un accordo di dolci alla mandorla.

 

 

Be first to comment

Rispondi