Profumo: Sergio Momo di Xerjoff

Sergio Momo, creatore della maison di fragranze artistiche Xerjoff e il mondo del profumo; da quello che indossava la prima volta che si é innamorato a quello dal packaging più bello…

 di Vanessa Caputo

Per Sergio Momo, fondatore del brand di fragranze artistiche Xerjoff, due sono gli elementi chiave che hanno guidato ogni mossa fin dalla creazione della sua maison; il rispetto per la natura e l’eccellenza dei maestri artigiani italiani. La sua passione per queste qualità inalienabili si vede nella ricerca delle materie prime, ma anche nel modo in cui vengono presentati i profumi di Xerjoff, piccoli capolavori d’arte olfattiva. Dalle bottiglie realizzate in ametista ai flaconi in vetro di Murano creati da maestri artigiani italiani. Le fragranze della maison sono distribuite da Campomarzio70 e si trovano in vendita in selezionate profumerie.

Primo ricordo legato al mondo del profumo.  Arpege di Lanvin ed Equipage di Hermès sono i profumi della mia infanzia, li indossavano ogni giorno i miei genitori e per me sono il primo ricordo legato al magico mondo dei profumi.

Primo profumo ricevuto in dono. Blenheim Bouquet di Penhaligon’s fragranza che Winston Churchill elesse tra le sue preferite.

Il primo profumo che ha comprato. Tabarome e Neroli Sauvage di Creed.

Il profumo che indossava la prima volta che si é innamorato. Sicuramente il primo amore scoppiò tra le note di Equipage di Hermès, il profumo che avevo a disposizione in casa, da ragazzino.

Un profumo, ricevuto in dono, mai indossato. Non esiste profumo che io non abbia indossato almeno una volta.

Il profumo che ha indossato per più  tempo. Oramai da lungo tempo indosso Homme, fragranza forte e stravagante della prima collezione nata da Xerioff, 17/17.

Il profumo con il packaging più bello.  Nel 2014 abbiamo realizzato in occasione di un evento ad Abu Dhabi, DFS Master of Fragrance, un pezzo unico che abbiamo chiamato Begum. Il flacone é un opera d’arte realizzata completamente in ametista, dai migliori artigiani orafi italiani e racchiude al suo interno un prezioso attar (profumo naturale) composto da note fiorite, vaniglia e pregiati oud del Laos e del Bangladesh.

Il profumo che indossa adesso. Attualmente indosso un mix di essenze, prove per future realizzazioni.