Beauty Routine: Angelo Flaccavento

Alla scoperta della beauty routine dei gentlement italiani: Angelo Flaccavento, giornalista di moda

E’ uno dei più importanti e stimati giornalisti di moda indipendente, di base a Ragusa, nell’estremo sud-est siculo, ma in continuo movimento, affiliato a un fitto network di pubblicazioni nazionali e internazionali. Angelo Flaccavento collabora regolarmente con Il Sole 24 Ore, L’Uomo Vogue e Flair. È columnist per The Business of Fashioncontributor di Fantastic Man, The Gentlewoman, Studio, Hunter e Dapper Dan.

Si definisce un joker in abiti classici, e non si separa mai dalla penna nel taschino. Cita tra le sue influenze, in ordine rigorosamente sparso: esotismo, bohemia, Londra negli anni 60, il primo punk, Ennio Flaiano, Alberto Arbasino, Irving Penn, Sarah Moon, Richard Avedon, Agota Kristof, il mid-century modern, rococò, maschere, brutalismo, Leigh Bowery, decadentismo, radicalismo, solitudine, japonisme, massimalismo, minimalismo, assurdità, ordine, caos, imperfezioni, errori. Convinto da Wallace Stevens, sostiene che la realtà sia il prodotto dell’immaginazione. Per questo motivo quando passeggia ha la testa tra le nuvole. Non guida.

Un succo detox o una tisana che ama bere. Camomilla, a tutte le ore. Oppure caffè nero a litri, senza zucchero. Conosco solo estremi.

Profumo preferito. Santal 33 di Le Labo: l’ho scoperto da qualche anno e nel suo essere legnoso e morbido, ma anche alquanto sensuale, penso mi rappresenti bene.

L’essenza per la casa preferita. Santal 22 di Le Labo: la candela simile al profumo. Sono olfattivamente coerente, o forse bacchettone.

Un rito prima di coricarsi. Leggere. Ispira sogni fantastici. Prima di tutto, però, lavo accuratamente il viso e lo idrato con Kiehl’s Ultra-Facial.

I prodotti beauty indispensabili. Nonostante le apparenze, sono alquanto pigro per quel che riguarda la beauty routine: detesto usare troppi prodotti. Sotto la doccia uso Cross-terrain All-in-one Wash di Kiehl’s, perché va benissimo per corpo, viso e capelli e ha un profumo che mi invigorisce. Uso gel di aloe vera (quelli di ESI il mio preferito) come idratante per viso e corpo tutto l’anno, e pure come gel per i capelli. È tutto.

Cosa fa per mantenersi in forma? Jogging quotidiano. Anche se ho la patente, guido meno che posso: preferisco camminare. Ne giovano il corpo e lo spirito.

Come si rilassa? Camminando, fantasticando.

Quante volte si guarda allo specchio? Quanto è indispensabile. Il problema è che indispensabile è una quantità che varia da persona a persona.

Bagno o doccia? Doccia, più volte al giorno.

Un cibo che la fa stare bene. Riso bianco. Mi riconcilia con tutto.

Un vizio che si concede. Spese illimitate per i libri. Non sono mai abbastanza.

Una mania beauty. La barba sempre e solo fatta dal barbiere. Mezz’ora tutta per me, con il telefono staccato.

Nella sua beauty routine qual è il prodotto al quale non rinuncerebbe mai? Il gel di aloe. Lo uso sempre.

Cosa non manca mai nel suo frigorifero. Verdura e yogurt. Bevo molta acqua, ma solo a temperatura ambiente.

Gli indirizzi beauty preferiti. A Ragusa, Studio 90: Giancarlo, il proprietario, è il mio barbiere dal 1986, e non mi ha mai deluso. È così disponibile che a volte apre il salone solo per me la domenica! Non lo ho mai tradito. Faccio eccezione solo con Pietro di Dolce&Gabbana a Milano, dal quale vado quando sono in viaggio, perché ha la stessa gentilezza e passione di Giancarlo.