Alla scoperta di Areej Le Doreé, nuovo brand di fragranze di nicchia

La profumeria indie come non l’avete mai conosciuta: Russian Adam di Areej Le Doreé ci parla del suo brand di fragranze

di Andrej Babicky

Areej Le Doré è l’unione tra la parola araba il cui significato è “fragranza” e quella francese che significa “d’oro”. Creato da Russian Adam nel 2017, si distingue nel mondo della profumeria per l’utilizzo delle rare materie prime, quasi dimenticate dalla profumeria a causa della loro scarsa reperibilità o dei costi proibitivi. Tra queste vi sono: muschio del cervo siberiano ottenuto legalmente, oud di diverse provenienze e stagionature ed ambra grigia. Russian Adam vuole riportarci alle radici della profumeria, aggiungendo un twist moderno. Non potrebbe essere altrimenti, perché le fragranze Areej Le Doré non sono soltanto dei profumi, ma la quintessenza di un incrocio di culture e tradizioni: araba, russa e francese. Dopo una esperienza più che decennale nella distillazione degli oud e del legno di sandalo, Russian Adam ha acquisito una cultura ed esperienze uniche che cerca di incorporare nella scelta di ogni singola materia, in modo che ognuna di esse dia il meglio di sé quando viene combinata con altre.

Russian Adam potresti raccontarci quando e come inizia il tuo viaggio? Ho accettato l’islam circa 7 anni fa e Dio Onnipotente ha sostituito le mie cattive abitudini con l’amore per i profumi. Ho iniziato a collezionare fragranze orientali fino a rendermi conto che erano diventate troppe. Molte di loro le ho rivendute dopo poco; le trovavo noiose e stancanti. Poi è arrivato l’oud. La contraddizione tra aroma “disgustoso” ed il prezzo elevato mi ha attratto. Lo annusavo ancora e ancora per capirne il mistero … fino a quando non mi sono appassionato. Quindi non c’era modo di tornare indietro. Ho iniziato a raccogliere e vendere oli di oud, fino a quando Taha Syed di Agar Aura mi ha detto di crearne uno mio. Il mio sogno è diventato realtà quando mi sono trasferito in Thailandia, ed ho distillato il mio primo olio di oud. Poi ho voluto ampliare i miei orizzonti olfattivi e presentare al mondo, profumi con vero oud selvaggio, vero muschio ed ambra grigia, rendendoli facilmente accessibili.

Cos’è il profumo per te? Una composizione olfattiva che tocca le persone nell’essere interiore, più profondo, e le muove.

Qual è il tuo primo ricordo “olfattivo”? La campagna russa. L’aroma del cortile. Forse non è il primo, ma il più caro per me. Il primo semplicemente non lo ricordo.

Qual è stato il primo profumo che hai indossato e cosa ti è piaciuto? Non ho mai indosso profumi, fino al giorno in cui ho creato la mia linea Areej le Doré. Prima indossavo oli e attar di oud.

Quando hai creato Areej Le Doré? Circa 3 anni fa.

Puoi spiegare il significato dietro il nome? È una combinazione di arabo e francese. Areej è sinonimo di aroma piacevole, che proietta lontano. Le Dore significa d’oro. Quindi è fondamentalmente un aroma lussuoso bello, forte e molto piacevole.

Quando crei un profumo cosa ti ispira? Eventi, luoghi, oli ed estratti di aromi naturali, persone.

Cosa rende unici i tuoi profumi? La risposta risale a ciò che ha ispirato Areej in primo luogo. Una delle ispirazioni dietro Areej è il fatto che ho provato alcune delle fragranze più lussuose e popolari dell’epoca, e ne sono rimasto davvero deluso o addirittura offeso. Ho trovato profumi con nomi stravaganti di ambra, muschio e oud che non hanno nulla in loro che possa essere anche lontanamente collegato a quei preziosi ingredienti che amo e rispetto.

Così ho deciso di incorporare il vero muschio di cervo selvatico, il vero oud selvatico e l’ambra grigia bianca di prima qualità nei miei profumi, e condividerli con il mondo. Non siamo a conoscenza di marchi facilmente reperibili prima di Areej le Doré che si concentravano sulla produzione di fragranze a base di muschio di cervo selvatico o olio di agar selvatico.

Siamo andati oltre ed abbiamo introdotto ingredienti fatti a mano, assolutamente unici in ognuna delle nostre fragranze. Ad esempio, non era solo vero oud nell’Ottoman Empire, ma l’oud indiano invecchiato di 30 anni o Royal Bengal oud nell’Ottoman Empire part II. Un altro esempio potrebbe essere assoluta che ho fatto con foglie di albero del tè Puer di 100 anni per Indolis. Assoluta dal caffè Luwak per Oud Luwak. L’uso di olio di rose Royal Taif, distillato a Malik al Taif insieme all’assoluta di muschio di cervo fatti apposta per noi. Assoluta di iris con l’80% di ironi, insieme ad olio di frangipani usato nella Plumeria de Orris e così via …

Non abbiamo visto nessun altro marchio che utilizza tali ingredienti, quindi possiamo sicuramente affermare che abbiamo portato qualcosa di veramente unico e autentico nel mondo della profumeria. Ogni lode è dovuta a Dio Onnipotente, e quindi a quelle persone che apprezzano veramente ciò che facciamo!

Di quali profumi sei più orgoglioso e perché? Ottoman Empire e Ottoman Empire part II, perché è il mio primo e più amato profumo. Il mio profumo di nozze.

Russian Adam, nei tuoi profumi usi materie prime davvero rare e uniche. Qual’è il più raro che tu abbia mai usato? Penso che si tratti degli oud, in quanto non sono solo i più rari, ma anche i più costosi. Oli di agar selvatici molto stagionati. Utilizzerò un oud cambogiano del 1975 nel mio prossimo profumo. Ho usato oud indiani di oltre 30 anni nei profumi Ottoman Empire e Kohinoor.

Nel corso degli anni, hai distillato centinaia di diversi oli di legno di agar. Che tipo di oud preferisci? Oud indiano classico – aroma “funky” da cortile. Oud cambogiano classico – frutti scuri, cuoio e un tocco di fumo.

Come indossi un profumo? Mi piace applicare da 10 a 20 spruzzi sugli abiti. Sulla pelle uso solo i profumi e gli oli più preziosi 🙂

Hai un consiglio su come indossarli? Consiglierei di indossare i profumi intensamente. Spesso le persone non ne spruzzano abbastanza, quindi il profumo non può mostrare il suo potenziale. Stavo solo scherzando!!

Dove è possibile acquistare i tuoi profumi? https://www.areejledore.com/ Spediamo in tutto il mondo.

Cosa pensi che manchi alla profumeria oggi? Onestà, sforzo ed approccio un artistico unico.

Cosa ti piacerebbe vedere migliorato o cambiato? Mi piacerebbe che le aziende fossero più reattive, aperte e creative. Mi piacerebbe vedere più profumi animalici e corposi sul mercato.

 

ENGLISH VERSION

Can you tell us when and how your journey starts? I accepted islam around 7 years ago and God Almighty replaced my bad habits with a love for perfumes. I started collecting oriental fragrances until realized that it is too much. Started selling some off as was bored very fast with most of them. Got in to oud. The contradiction of disgusting aroma and high price tag attracted me. I was smelling it again and again in order to understand the mystery… until I got hooked. Then there was no way back. Started to collect and sell oud oils. Until Taha Syed from Agar Aura told me to make my own. So it became a dream come true once I moved to Thailand and distilled my first oud oil. Then I wanted to expand my olfactory horizons and introduce perfumes featuring real wild oud, real musk and ambergris to the world making it easily accessible.

What is perfume for you? Olfactory composition that touches peoples deeper inner being and moves them.

What is your first “olfactive” memory? Russian Country side. The aroma of barnyard. Perhaps its not the first but the dearest to me. First one I simply not remember. 

What was the first perfume you did ever wear and what did you liked about it? I never wear perfume until the day I made my own line Areej le Doré. Before I use to wear oud oils and attars.

When did you created Areej Le Doré?  Around 3 years ago.

Can you explain the meaning behind the name? It is a combination of Arabic and French. Areej stands for far projecting pleasant aroma. Le Doré means the golden one. So it is basically a beautiful, strong and highly pleasant luxurious aroma.

When do you create a perfume, what inspires you? Events, places, natural aroma oils and extracts, people.

What makes your perfumes unique? The answer goes back to what inspired Areej in the first place. One of the inspirations behind Areej is the fact that I tested some of the most luxurious and popular fragrances at the time and was truly disappointed or even offended. I found perfumes with extravagant names of amber, musk and oud have nothing in them that can be even remotely related to those precious ingredients that I love and respect.

Therefore, I decided to incorporate real wild deer musk, real wild oud and top grade white ambergris to my perfume compositions and share them with the world. We are not aware of any easily available brands before Areej le Doré that focused on making wild deer musk or wild agarwood oil focused fragrances. 

Apart from that, we went further and introduced absolutely unique handmade ingredients in to each one of our fragrances. For instance it wasn’t just real oud in Ottoman Empire but 30 years old Indian oud or Royal Bengal oud in part II. Another example might be absolute I made from 100 years old puer tea tree leaf for Indolis. Absolute from Luwak coffee for Oud Luwak. The use of custom distilled Royal Taif rose oil in Malik al Taif along with deer musk absolute made specially for us. 80% irone orris root absolute along with distilled frangipani oil used in Plumeria de Orris and so on… 

We have not seen any other brand using such ingredients therefore can definitely say that we brought something very unique and authentic to the perfume world table. All praise is due to God Almighty and then to those people that truly value and appreciate what we do! 

Which from all perfumes are you most proud of and why? Ottoman Empire and Ottoman Empire part II because its my first and most beloved perfume. My wedding scent of the day.

Adam, in your perfumes you use really rare and unique raw materials. Which is the rarest you ever used? I think that would be ouds as those are not only rarest but also the most costly. Highly aged wild agarwood oils. 1975 Cambodian oud in my upcoming perfume. Over 30 years old Indian ouds in Ottoman Empire and Kohinoor perfumes.

Over the years, you have distilled hundreds of different agarwood oils. What kind of oud is your favorite? Classical Indian oud – barnyard funky aroma. Classical Cambodian oud – dark fruits, leather and a touch of smoke.

How do you wear a perfume?  I like to spray on my cloth: 10 to 20 sprays. Only the most precious perfumes and oils I like to use on my skin…

Do you have an advice how to wear them? I would advise to wear perfumes heavily. Often people not spray enough so perfume can’t show its potential. Just kidding!! 

Where is possible to buy your perfumes? https://www.areejledore.com/ We ship worldwide.

What do you think is missing from perfumery today?  Honesty, efforts and artistic unique approach.

What would you like to see improved or changed? Would love companies to be more responsive, open and creative.  Would love to see more animalic, heavy  perfumes on the market.

Russian Adam, thank you for your time and for telling us about your journey.

Be first to comment

Rispondi