I profumi della mia vita: Marjolijn de Lange

Ognuno di noi é legato a dei profumi, a cui sono collegati ricordi ed emozioni, e che ci hanno accompagnato in dei periodi o fasi della nostra vita. Scopriamo insieme quelli di Marjolijn de Lange

Mi chiamo Marjolijn de Lange e vivo in Olanda con mio marito e mio figlio. Fin da giovane ero affascinata dagli odori, profumi, profumi e cosmetici. Ho iniziato ad apprezzare la fotografia qualche anno fa e ho trovato Instagram un modo perfetto per combinare questi due interessi sul mio account www.instagram.com/marlimar_

Cos’è il profumo per te? Il profumo per me è pura emozione. Evoca i ricordi. Mi può far sentire bene. E non parlo solo di profumi, ma anche del’odore di fiori, cibo, mare ecc. Per me, profumo e odore sono solo molto importanti.

Tra i profumi di tua madre quale ti piaceva prendere in prestito di nascosto quando eri bambina? Beh, quello che ricordo di più é che mia madre era solita indossare Blue Grass di Elizabeth Arden, e io amavo indossarlo di nascosto.

Primo profumo che hai ricevuto come regalo, ti è piaciuto? Il primo profumo che ho ricevuto in regalo è stato Beautiful di Estée Lauder, era il 5 dicembre (sera di Sinterklaas) mi è piaciuto perché era nella mia lista dei desideri e mia sorella ne possedeva già una bottiglia.

Che tipo di profumo ami? Mi piacciono molto i profumi, di solito amo le fragranze speziate, orientali e legnose. Ma dipende anche dal mio umore e dalla stagione. Quando fuori fa caldo, mi piace indossare profumi di agrumi freschi e fruttati, quelli che ti danno energia.

Il primo profumo comprato e perché lo hai scelto. Uno dei primissimi che abbia mai comprato deve essere Maroussia, un profumo orientale molto dolce. Non lo indosserei mai più, non posso più sopportarlo. Ma in quei giorni pensavo che avesse un odore paradisiaco (e naturalmente ne ho spruzzato molto!)

Hai mai indossato un profumo maschile? Prima di tutto non credo nei profumi maschili o femminili. Molti marchi di nicchia sono unisex. Ma un profumo “maschile” che mi piace indossare, ad esempio, è Ēgoïste di Chanel.

Un profumo che non usi più o che non ami perché legato ad un brutto ricordo o ad una persona. Ne ho uno con un significato molto speciale, ma anche triste. Mio padre è morto due anni fa e sapevo che non volevo indossare uno dei miei profumi al suo funerale, perché quel giorno sarebbe stato legato a lui per sempre. Quindi ho comprato Pure Grace by Philosophy, niente di speciale, solo profumo fresco che odora di “pulito”, per quel giorno. Quindi ogni volta che ne sento l’odore, penso a mio padre. In fin dei conti non é un ricordo brutto solo un po triste, ma ricco anche di amore e ricordi legati ad un grande padre.

Tra i profumi che indossi, o hai indossato, quale ti assomiglia di più come personalità? Gypsy Water di Byredo.

Il profumo che hai usato più a lungo. Mitsouko di Guerlain, la mia firma olfattiva, che porto da anni. Un bellissimo chypre classico, con note perfettamente miscelate e raffinate. L’ispirazione per Mitsouko proviene dal romanzo di Claude Farrère “La Bataille”. Anche quello mi ha intrigato; una storia in bottiglia.

Un profumo che hai comprato ma di cui ti sei pentita. Finora non ho mai comprato un profumo di cui mi sono pentita, mai fatti acquisti al buio.

Potresti descrivere il profumo che indossi oggi con aggettivi? Seducente e coinvolgente, speziato e legnoso. Si chiama Pas Ce Soir di Bdk Parfums.

Tra le pubblicità di profumi su video o su carta, quale ti ha colpito di più? La Légende de Shalimar, con Natalia Vodianova. Un video così bello!

Che tipo di profumo odia sentire sull’uomo? E su una donna? Non odio un particolare profumo su nessuno, mi da fastidio solo quando non si adatta alla chimica della pelle di qualcuno.

Colleziona profumi? Se sì c’è qualche brand che si ripete? Ho circa 250 profumi incluse anche le bottiglie in miniatura. Ho diversi brand tra quelli che colleziono, come Guerlain, Chanel, Serge Lutens, Byredo, Atelier Cologne, solo per citarne alcuni. Li scelgo in base alla storia dietro il marchio, il design delle bottiglie, la creatività del profumiere e la storia che raccontano.

I profumi legati a vari periodi della tua vita. Li ricordi? Molti dei miei profumi hanno attraversato davvero tutti quei vari periodi. E quelli che non ricordo non hanno fatto una buona impressione, credo.