Jill McKeever e For Strange Women, brand americano di fragranze naturali

La Profumeria indie come non l’avete mai conosciuta: For Strange Women il mondo magico della profumeria naturale raccontato da Jill McKeever

di Andrej Babicky

For Strange Women è un brand indie americano, con un approccio visuale e creativo molto singolare. L’uso delle sole materie prime naturali limita la palette alla cui attingere, ma stimola la creatività. Il mood lo definirei quasi dark, un misto di stregoneria olfattiva e creatività interdisciplinare. Nato come un progetto personale diventa un “cerchio” magico di quattro donne: Jill, Tara, Ash e Ruby. Ognuna di esse apporta un elemento singolare, contribuendo alla sinergia che diventa quasi palpabile.

Le fragranze sono evocative, inusuali, ed attingono al misterioso ed arcano. La scelta dei prodotti è ampia: dalle fragranze ai profumi solidi, dai gioielli profumati alle candele e piccole amenità per coccolare se stessi.

Oltre alla loro creatività fuori dal comune ed il loro approccio visuale che catturano immediatamente l’attenzione, rendono For Strange Women un brand da seguire per chi si avvicina o è già appassionato alla profumeria naturale.

Ciao Jill. Sei un profumiere indipendente di successo. Crei fragranze utilizzando esclusivamente estratti botanici. Puoi dirci quando e come inizia il tuo viaggio? Ho iniziato a creare profumi oltre dieci anni fa, ed è iniziato come un hobby. Ho studiato sound design e produzione musicale al college, dove ho imparato ad accordare le mie orecchie per percepire il suono in modo tecnico ed estetico. Quando ho iniziato a lavorare con il profumo, mi sono reso conto che era molto simile al mixaggio del suono e ho utilizzato gli stessi concetti per “sintonizzare” i miei sensi.

Quando hai creato For Strange Women? Nel 2009.

Puoi spiegare il significato dietro il nome? Ho realizzato il primo profumo per me stessa; in un momento in cui mi sentivo isolata e fuori posto. Non mi adattavo a ciò che mi circondava. Così ho etichettato la bottiglia “tintura per strane donne” e poi quando ho aperto il mio negozio, ho solo conservato il nome.

Puoi dirci qualcosa sul marchio e sulle persone dietro di esso? È iniziato come un progetto personale e si è trasformato in un business solista, poi si è espanso fino a includere altre tre adorabili donne che lavorano con me. Ora il brand è più un riflesso di noi quattro e della nostra dinamica condivisa.

Cos’è il profumo per te? Il profumo botanico è una connessione aromatica con la natura, le nostre emozioni, la nostra intuizione, il nostro passato e la nostra sensualità.

Qual’era è il tuo primo ricordo “olfattivo”? L’odore della pelliccia del mio gatto quando rientrò a casa da una passeggiata invernale sulla neve. È l’ispirazione per il profumo “Winter Kitty

Qual è stato il primo profumo che hai mai indossato e cosa ti è piaciuto? Penso che il primo profumo che ho avuto che mi è piaciuto sia stato Sui Dreams. Era sintetico ma migliore, più morbido, più tollerabile della maggior parte dei sintetici.

Quando crei un profumo, cosa ti ispira? Cosa rende unici i tuoi profumi? Sono ispirata dai luoghi che ho visitato, dalle cose che amo nel mio giardino e dal mio stile di vita e dalle cose strane e misteriose. Penso che la parte unica dei miei profumi sia lo stile che uso per comporre insieme alla stretta aderenza ai soli estratti naturali e la forte natura concettuale di essi.

Di quali profumi sei più orgogliosa e perché? Adoro quelli in edizione limitata e sono sempre entusiasta di vedere la risposta dei miei clienti. I miei profumi preferiti nella linea attuale che ho realizzato sono Decadence & Debauchery, Crushed Violets e Siren.

Qual è la tua materia prima preferita e qual è la meno? Il preferito è il burro di iris, il meno preferito è il geranio.

Come indossi un profumo? Hai un consiglio su come indossarli? Su polsi e collo. Incoraggio i miei clienti ad applicare prima la mia base fissativa in modo che gli oli durino più a lungo.

Dove è possibile acquistare i tuoi profumi? https://www.forstrangewomen.com/

Cosa pensi che manchi alla profumeria oggi? Cosa ti piacerebbe vedere migliorato o cambiato? Penso che ci sia molta attenzione sull’estetica visiva, e non abbastanza informazione ed educazione sull’estetica reale del profumo.

ENGLISH VERSION

Hello Jill. You are a successful independent perfumer. You create fragrances using exclusively botanical extract. Can you tell us when and how your journey starts? I began making perfume over ten years ago, and it began as a hobby. I studied sound design and music production in college, where I learned to attune my ears to perceive sound in technical and aesthetic ways. When I began working with scent, I realized it was very much like mixing sound, and I utilized the same concepts to attune my senses.

When did you created For Strange Women?  2009

Can you explain the meaning behind the name?  The first perfume I made for myself was at a time where I felt isolated and out of place. I did not fit in to my surroundings. So I labeled the bottle “tincture for strange women” and then when I opened a perfume shop I just kept that as the name.

Can you tell us something about the brand and the people behind it?  It began as a personal project and grew into a solo business, then expanded to include three other lovely ladies who work with me. Now the brand is more of a reflection of the four of us and our shared dynamic.

What is perfume for you? Botanical perfume is an aromatic connection to nature, our emotions, our intuition, our past, and our sensuality.

What is your first “olfactive” memory? The smell of my cat’s fur when he came inside from a winter walk through the snow. It is the inspiration for the perfume “Winter Kitty

What was the first perfume you did ever wear and what did you liked about it? I think the first perfume I had that I liked was Sui Dreams. It was synthetic but better, smoother, more tolerable than most synthetics.

When do you create a perfume, what inspires you? What makes your perfumes unique? I am inspired by the places I have visited, the things I love in my garden and lifestyle, and anything strange and mysterious. I think the unique part of my perfumes is the style I use to blend, the strict adherence to natural extracts only, and the strong conceptual nature of them.

Which from all perfumes are you most proud of and why? I love the limited edition ones and am always excited to see the response my customers have. My favorite perfumes in the current line that I have made are Decadence & Debauchery, Crushed Violets, and Siren.

What is your favorite raw material and which one is the least? Favorite is orris butter, least favorite is geranium.

How do you wear a perfume? Do you have an advice how to wear them?  On the wrists and neck. I encourage my customers to apply my fixative base first so that the oils last longer.

Where is possible to buy your perfumes? www.forstrangewomen.com

What do you think is missing from perfumery today? What would you like to see improved or changed?  I think there is a lot of focus on visual aesthetic and not enough information and education on the actual aesthetic of scent.

Jill, thank you for your time. I wish you all the best for the future.Thank you!

Be first to comment

Rispondi