La profumeria indie come non l’avete mai conosciuta: le fragranze naturali che raccontano le storie attraverso i fiori di La Fleur by Livvy

di Andrej Babicky

Olivia Larson, Livvy per gli amici, è un giovane naso indipendente. Cresciuta in India si è trasferita in Colorado dove nel 2013 fonda La Fleur by Livvy. Amante di fiori ne ha fatto il cuore del suo brand. Usando materie prime naturali crea fragranze che fanno sognare mondi lontani, e come una dichiarazione di amore sussurata, arrivano direttamente al cuore di chi le indossa.

Ciao Olivia, sei un profumiere naturale certificato da International Perfume Foundation. Il tuo brand La Fleur by Livvy racconta delle donne, i loro sogni, le loro aspirazioni, la sensualità ma anche la loro innocenza. Puoi dirci come inizia il tuo viaggio?

Ciao Andrej, La Fleur di Livvy è incentrato sui “Fiori”. Adoro lavorare con fiori bianchi come gelsomini, gardenie, tuberose. Adoro i fiori! La maggior parte delle mie fragranze sono orientali floreali.

La collezione Fleur è la prima che ho composto ed è incentrata sul viaggio di una donna nella vita, come hai spiegato, ed è stata progettata per le donne, ma ne offriamo anche alcune unisex.

Qual è l’ostacolo più grande che hai dovuto superare come profumiere artigianale usando solo ingredienti naturali?

Poiché siamo un brand piccolo, non siamo in grado di acquistare materie prime in grandi quantità, quindi questo diventa costoso e limitante. Inoltre lavoriamo solo con prodotti botanici e dobbiamo procurarci e selezionare attentamente questi materiali.

Cosa significa profumo per te?

Il profumo è un’estensione di te stesso; è la tua firma, il tuo umore, il tuo accessorio.

Qual è il tuo primo ricordo “olfattivo”?

I miei primi ricordi di come sono cresciuta a Calcutta (India). Avevamo un albero di frangipani che cresceva fuori dalla finestra della camera da letto di mia nonna. In estate i fiori cadevano all’interno della casa portando con sé la loro fragranza ricca e bella. Ricordo ancora il profumo del frangipani (plumeria). Ancora oggi, sentire il suo profumo, mi rende nostalgica.

Hai altri i ricordi profumati della tua infanzia in India?

Uno in particolare; da bambina correvo a fare delle commissioni per mia madre al mercato degli agricoltori; questo era il mio parco giochi per sperimentare e sviluppare il mio olfatto. Immagina di essere all’aperto circondato da spezie, erbe, dolci, frutta, fiori ed alberi profumati. L’India è un Paese vibrante; è pieno di immagini, suoni, colori, sapori e odori, una festa per i sensi.

Qual è stato il primo profumo che hai mai indossato e cosa ti è piaciuto?

Non ricordo il primo profumo che ho indossato; ovviamente non mi ha impressionato, ma il primo che ho amato è mi è stato regalato per il mio compleanno da una persona cara. Era un Jean Paul Gaultier, penso Classique (non ricordo il nome) ma mi è piaciuto così tanto che l’ho indossato tutti i giorni fino a quando non è finito. Mi è piaciuto perché era pieno di note agrumate e vanigliate. Mi piace anche Le Male.

Quando crei un profumo, cosa ti ispira? Cosa rende unici i tuoi profumi? Puoi dirci qualcosa delle tue fragranze?

Mi ispiro all’arte, ai viaggi, alle persone e ai luoghi. I miei profumi sono al 100% botanici e sono realizzati a mano in piccoli lotti. Ti accompagnano in affascinanti viaggi o ti raccontano una storia d’amore. Ad esempio Forbidden Love parla di una geisha.

Qual è la tua materia prima preferita e qual è la meno?

È difficile sceglierne solo una, ma se dovessi farlo dopo i fiori bianchi sarebbe la vaniglia. Non mi piace il cajeput.

Come indossi il profumo? Hai qualche consiglio su come indossare una fragranza? Hahah… dovremmo prendere consigli da Coco Channel “si dovrebbe indossare il profumo dove si vuole essere baciati” ovviamente!

Dove è possibile acquistare i tuoi profumi?

Si può acquistare direttamente da noi online all’indirizzo www.lafleurbylivvy.com. Per la spedizione internazionale inviateci un messaggio.

Voglio che tu immagini di essere una guida turistica, non solo una guida ma una guida olfattiva. Riesci a vedere la tua città come un paesaggio olfattivo? Quali sono i tuoi posti preferiti? Che odore hanno?

Va bene, andiamo in uno dei miei posti preferiti che è una piccola città chiamata Palisade a circa tredici minuti da dove vivo. Cantine e frutteti abbarbicati sulle montagne ti salutano. I panorami sono bellissimi; l’aria è frizzante e secca con sentori di pino e lavanda. Lo senti?

Olivia, grazie per il tuo tempo. Ti auguro tutto il meglio per il futuro.

Grazie mille Andrej per questa opportunità di presentare i miei profumi e parlare della mia linea. Spero che questa sia una buona distrazione durante questa pandemia poiché siamo tutti in quarantena. Sono dispiaciuta per l’Italia che ha sofferto così tanto, e per il resto del mondo. Lo supereremo e ci godremo di nuovo la vita.

English version:

Indie perfumery as you’ve never known it: the natural fragrances that tell stories through the flowers of La Fleur by Livvy.

Olivia Larson, Livvy for friends, is an independent young perfumer. Growing up in India she moved to Colorado where in 2013 she founded La Fleur by Livvy. She made of flowers heart of his brand. Using only natural raw materials, Olivia creates fragrances that make dream distant worlds , and as a declaration of love, they reach directly to the wearer’s heart.

Hello Olivia, you are a certified natural perfumer by International Perfume Foundation. Your brand La Fleur by Livvy is about women, their dreams, their aspirations, sensuality but also about their innocence. Can you tell us how your journey starts?

Hello Andrej, La Fleur by Livvy is all about “Flowers” I love working with white florals such as jasmines, gardenias, tuberoses. I adore flowers!! Most of my fragrances are Oriental Florals. The Fleur Collection is the first one I composed and is themed around a woman’s journey in life as you explained and was designed for women but we also offer some that are unisex now.

What is the biggest obstacle you had to overcome as an artisan perfumer using only natural ingredients?

Because we are a small perfume house we are unable to purchase bulk raw materials so this gets expensive and limited when you purchase smaller quantities plus we work with botanicals only and we have to source and select these materials carefully.

What means perfume for you?

Perfume is an extension of yourself; it is your signature, your mood, your accessory.

What is your first “olfactive” memory?

My earliest memories of growing up in Kolkata (Calcutta), India. We had a frangipani tree that grew outside my grandmother’s bedroom window. In the summer the flowers would float inside the house bringing with them rich and beautiful scents. I can still remember the scent of frangipani (plumeria). Even today, if I smell frangipani it makes me nostalgic.

What are your fragrant memories from your childhood in India?

One in particular; as a child I would run errands to the farmers market for my mother; this was my playground to experience and develop my sense of smell. Imagine being outdoors surrounded by spices, herbs, sweets, fruits, flowers and fragrant trees. India is a vibrant country; it is full of sights, sounds, color, taste and smell, a feast for your senses.

What was the first perfume you did ever wear and what did you like about it?

I don’t remember the first perfume I wore; it obviously didn’t make an impression on me but the first perfume that I loved was one gifted to me on my birthday by a dear loved one; It was a Jean Paul Gaultier I think Classique (I don’t remember the name) but I loved it so much that I wore it every day until it was gone. I loved it because it was powdery with citrusy and vanilla notes. I also like Le Male.

When do you create a perfume, what inspires you? What makes your perfumes unique? Can you tell us something about your fragrances?

I get inspired by art, travel, people and places. My perfumes are 100% botanical and are hand crafted in small batches. They take you on fascinating journeys or tell a love story. For example Forbidden Love is about a Geisha.

What is your favorite raw material and which one is the least?

It’s difficult to pick just one, but if I had to it would be Vanilla after white florals. I do not like cajeput.

How do you wear perfume? Do you have a bit of advice on how to wear a fragrance?

Hahah… we should take tips from Coco Channel “one should wear perfume where one wants to be kissed” of course!

Where is possible to buy your perfumes?

You can buy directly from us at online at www.lafleurbylivvy.com please message us directly for International shipping.

I want you to imagine that you are a tourist guide, not just a guide but an olfactory guide. Can you see your city as an olfactory landscape? What are your favorite places? How do they smell?

Okay let’s go to one of my favorite spots which is a small town called Palisade about 13 minutes from where I live. Wineries, peach and fruit orchards greet you that sit up on the mountains. The views are beautiful; the air is crisp and dry with hints of pine and lavender in it. Do you smell it?

Olivia, Thank you for your time. I wish you all the best for the future.

Thank you so much Andrej for this opportunity to present my perfumes and talk about my line. I hope this is a good distraction during this pandemic as we are all under quarantine. I feel for Italy that has suffered so much and the rest of the world. We will get through this and enjoy life once again.

Be first to comment

Rispondi