Perfume Questionnaire: Nicolas Chabot

Il mondo degli odori, in immagini, di Nicolas Chabot, CEO della storica maison di fragranze di nicchia Le Galion, nel nostro perfume questionnaire…

di Vanessa Caputo

Per gli appassionati di fragranze Le Galion è un brand di culto, nato negli anni ’30, i cui profumi iconici fanno parte della storia della profumeria. Ancora più noto il suo profumiere e proprietario, per quattro decenni, Paul Vacher, riconosciuto come uno dei più grandi maestri della profumeria del Novecento accanto a Ernest Beaux, Ernest Daltroff, Jacques Guerlain ed Edmond Roudnitska. Nel 1980, Le Galion viene venduta a un gruppo americano e il marchio cade nell’oblio. Più di 30 anni dopo la Maison Le Galion rinasce dalle ceneri come la fenice grazie alla passione di Nicolas Chabot che ha rilevato il brand e che ha lavorato con diversi profumieri al fine di riformulare alcuni dei profumi di Le Galion. Il brand è distribuito in Italia da Essenses.

Primo ricordo legato al mondo dei profumi. L’odore di oceano di un bagno schiuma che ho versato nel mia stanza dei giochi all’età di 3 anni. Vengo da una famiglia di profumieri, la mia bisnonna aprì il suo primo negozio nel 1930, e sono sempre stato in giro per le nostre profumerie fin da quando ero bambino.

Un odore dell’infanzia. Il fiore d’arancio che mia nonna aggiungeva alla maggior parte dei suoi dolci.

Primo profumo indossato. Kouros di Yves Saint Laurent – grandi ricordi.

Odore preferito. L’odore delle rose del giardino dei miei genitori.

Un odore di cibo che ama. Tartufo bianco. Divino!

Un odore che odia e perché. L’odore della panna calda mescolata, mi fa venire la nausea…

Se fosse un odore? L’odore della luna.

Se fosse un fiore? Un arum, per la sua bellissima estetica.

C’è un ingrediente nella creazioni di Le Galion che considera essenziale? La base delle fragranze di Le Galion – cedro, ambra, muschio – firma della maggior parte delle nostre creazioni.

Che fragranza avrebbe voluto creare? Miss Dior (originale) creato da Paul Vacher.

Qual è la cosa peggiore che ha mai annusato? Una creazione speciale fatta da un famoso naso per un famoso designer … si trattava di uno scherzo.

Quale dei suoi altri sensi ha la maggiore influenza sul suo lavoro? Visuals e immagini, ogni profumo chiama sempre un’immagine.

L’odore della sua casa. Nessun odore, il mio naso deve riposare!

Un odore senza cui non può vivere. L’odore dei fiori che sbocciano in primavera, quando madre natura si sveglia.

3 odori (a partire dalla sua infanzia) e gli eventi del passato che le riportano in mente.

 

– L’odore dei rossetti che le donne provavano nelle profumerie dei miei genitori.

– L’odore del mare della costa ovest atlantica, che mi fa venire in mente i momenti di riposo e le vacanze.

– L’odore del petrolio e del motore caldo della mia moto, pura evasione.

L’odore della sua città. Asfalto.

Due luoghi che ama per l’odore. L’odore dei pini della foresta e delle dune vicino dove sono cresciuto. La pista dell’aeroporto di Tegel a Berlino dove c’è sempre odore di kerosene e acciaio.

Quale delle creazioni di Le Galion ama di più ed è solito indossare? Eau Noble, una bellissimo cipriato creato nel 1972 da Paul Vacher.