Abeille Royale di Guerlain: com’é cambiata la mia pelle

Due nuovi prodotti per la linea cult Abeille Royale: un olio, L’Huile-En-Eau Jeunesse, e un balm, il Black Bee Honey Balm. Li ho testati per un mese e vi racconto come la mia pelle é cambiata…

Da qualche tempo la mia pelle é secca, anzi disidratata, sarà perché d’inverno bevo pochissimo, sarà per il freddo o per l’età che avanza, sta di fatto che la sento spesso tirare.  Ho iniziato a testare il Black Bee Honey Balm per trattare i postumi di un brutto raffreddore, che mi aveva lasciato l’area del naso completamente screpolata. Si tratta di un balsamo multi funzione dalla consistenza ricca e cremosa che si assorbe facilmente, e sin dalla prima applicazione ho iniziato ad avvertire un miglioramento, dopo qualche giorno la pelle era completamente rinnovata e liscia. Il Black Bee Honey Balm della linea Abeille Royale di Guerlain é stato formulato appositamente per la pelle secca e disidratata da condizioni estreme, come freddo eccessivo o caldo, luce solare, umidità e si può usare anche subito dopo le procedure cosmetiche eseguite da un dermatologo. Tra gli ingredienti un’alta concentrazione di miele d’api nere Ouessant, che aumenta la capacità della pelle di autoripararsi e forma una barriera protettiva e ultra-nutriente. Il balm contiene anche burro di karitè, pappa reale e cera d’api che idratano e proteggono. Io lo tengo sempre in borsa e lo uso anche per idratare le mani. Si può applicare su viso e corpo (mani, gomiti, piedi) o localmente sulle zone interessate e lo si usa da solo o insieme agli altri trattamenti. Lo trovo indispensabile e amo sia la texture che il suo profumo delicato e fresco con note di miele.

L’Huile-En-Eau Jeunesse mi ha piacevolmente stupito per la sua consistenza; un ibrido tra siero, olio e lozione. Si tratta di una formula olio in acqua super leggera e delicata, anche questa si assorbe con velocità non lasciando residui, ma solo una pelle meravigliosamente profumata e idratata. L’ho usato per un mese due volte al giorno al posto del siero, ma la si può usare anche prima del siero, massaggiandolo secondo i consigli riportati sul sito di Guerlain. Con il passare dei giorni ho visto una differenza sostanziale tra il prima e il dopo, non solo la pelle era più idratata ma le mie amiche mi chiedevano se avessi fatto un trattamento sbiancante! Tra gli ingredienti il miele delle api nere di Ouessant, la pappa reale fonte naturale di carboidrati, proteine, lipidi e vitamine e l’olio di Commiphora utilizzato nella medicina tradizionale indiana per le sue proprietà lenitive e riparatrici. Il soin si può aggiungere anche al fondotinta, bastano due gocce per dare luminosità all’incarnato.

Dimenticavo il miele di Ouessant, contenuto in tutti i trattamenti della linea, arriva da un isola che si trova a 18 km al largo delle coste bretoni; l’Isola di Ouessant, una Riserva della Biosfera riconosciuta dall’UNESCO con un ecosistema libero dai parassiti e protetto dai pesticidi!!