Anastasia Beverly Hills finalmente in Italia

Finalmente anche in Italia il brand americano nato per la cura delle sopracciglia e diventato un cult: Anastasia Beverly Hills

Un altro colpo grosso messo a segno da Sephora che ha aggiunto alla lista di brand cult amatissimi dalle millenials, e non solo, Anastasia Beverly Hills confermandosi come l’unico riferimento in Italia per tutte le appassionate di makeup e anche l’unica catena attenta ai trend del mondo beauty.

Per le poche che non conoscono Anastasia Beverly Hills basti dire che Anastasia Soare, la founder, é stata la prima nel mondo del makeup a porre accento sulle sopracciglia, creando il Golden Ratio Eyebrow Shaping Method, metodo che permette di creare sopracciglia perfette, e sviluppando un brand, Anastasia Beverly Hills, dedicato inizialmente solo alla cura delle sopracciglia che l’ha fatta diventare una star in America. La storia di Anastasia Soare, é quella dell’american dream, di una donna emigrata negli Stati Uniti dalla Romania senza conoscere la lingua e senza mezzi finanziari; ma con una grande determinazione, e che grazie agli studi in arte e architettura ha portato il suo approccio unico al mondo beauty.

Appena arrivata in America Anastasia fu costretta a trovare un lavoro subito e poiché non parlava la lingua iniziò a lavorare come estetista in un salone boutique a Beverly Hills, in quanto non era richiesto un vocabolario elaborato. Caso vuole che la sua prima cliente fu Cindy Crawford, a cui seguì Naomi Campbell e tutte le supermodelle. Erano gli anni ’90 e nessuno aveva mai pensato di truccare le sopracciglia, ma lei iniziò non solo a chiedere alle top se fossero interessate ma lo propose al suo capo come nuovo servizio. Avendo studiato arte, la sezione aurea e la teoria di Leonardo da Vinci su come il nostro corpo è una grande proporzione, gli spiegò che nei ritratti, per cambiare l’emozione del soggetto che si stava disegnando, bastava disegnare in modo diverso le sopracciglia. Era una teoria troppo rivoluzionaria per l’epoca e naturalmente il suo capo le vietò di toccare le sopracciglia delle clienti. Anastasia credeva nella sua idea, affittò una stanza in un salone e iniziò la sua attività. Lavorava sette giorni su sette dalle 9 alle 22 fino a quando nel 1994 Vogue scrisse il primo articolo su questa tale ‘Anastasia’ e per combinazione nello stesso numero c’era un articolo sul libro di Kevyn Aucoin, Making Faces, un famoso makeup artist, in cui si parlava delle sopracciglia e di quanto fossero importanti. Le sopracciglia sono la caratteristica di bellezza più difficile da padroneggiare: tutti abbiamo una struttura ossea, una consistenza delle sopracciglia e una colorazione differenti.

Da quel giorno tutto cambiò e nel giro di qualche stagione Anastasia lanciò la sua acclamatissima linea Anastasia Beverly Hills, adorata dalle celebrities, che inizialmnete contava solo prodotti per la cura e il trucco delle sopracciaglia ma che nel giro di poco tempo è diventata un brand di makeup cult. Le fan di Anastasia Beverly Hills hanno dovuto attendere molto ma finalmente non sarà più necessario comprare i prodotti de brand all’estero dato che da pochi giorni é in vendita da Sephora.