Depuravita, due giorni di Detox Classico: la mia esperienza

Cosa succede quando un’amante del junk food, che beve al massimo due bicchieri d’acqua al giorno, segue il programma di Detox Classico di Depuravita per ben due giorni? Lo scoprirete solo leggendo….

Avete presente quei giorni, che possono durare anche settimane, quando ci si sente gonfie, a volte nauseate, già dal risveglio? Bene a me capita periodicamente. Da che ho memoria la mia alimentazione é stata sempre disordinata, con una netta predilizione per il junk food, anche se, le poche volte che mi sono messa seriamente a dieta, evitando zuccheri e farine bianche, sono rinata. Il problema é che sono golosa, troppo. Quella che considero però la peggiore tra le mie abitudini é bere pochissimo, quasi nulla. A volte non raggiungo neanche il mezzo litro di acqua al giorno. Negli ultimi mesi queste mie sregolatezze si sono tradotte in senso di gonfiore continuo, bocca amara e secchezza delle fauci. Sarà per gli anni che passano ma il corpo che non funziona più come prima e mi sono ripromessa di mangiare in modo più sano possibile, peccato però che poi rovino tutto con mangiate pantagrueliche di dolci, come se non ci fosse un domani.

La mia salvezza è arrivata via corriere sotto le spoglie di un programma di juice detox della durata di due giorni gentilmente offerto da Depuravita. La prima reazione é stata di perplessità. Sarei stata capace di portare a termine il programma senza cadere in tentazioni sotto forma di Nutella e leccornie varie?  Sto attraversando un periodo di forte stress lavorativo dove la fame é sempre in agguato, e avevo timore di non riuscire a reggere, poi però la voglia di sentirmi meglio e interrompere il circolo vizioso fatto di patatine fritte, dolci e schifezze caloriche varie, ha avuto la meglio.

E così tre giorni prima di iniziare il Detox Classico di Depuravita ho iniziato a bandire tutti gli zuccheri raffinati dalla mia tavola, come consigliato, e il quarto giorno sono partita con il programma Detox Classico di Depuravita, per ripulire il corpo e abituare l’organismo ad un’alimentazione salutare. Il Detox Classico di Depuravita prevede 6 succhi da 500 ml, con un’apporto calorico di 1.165 kcal totale, da assumere durante il giorno agli orari indicati sulle bottiglie, a prova di imbranata. Ogni succo contiene un mix di sali minerali, vitamine e fibre studiato da nutrizionisti.

Lunedi 11 febbraio Primo giorno programma Detox Classico di Depuravita

Ore 7-9 un risveglio alcalinizzante e pieno di energia con Germoglio. Il succo contiene acqua, pomplemo bio, limone bio, miele bio, sale rosa dell’Himalaya.  Lo inizio a bere appena mi sveglio e poi lo porto con me mentre accompagno mio figlio a scuola. Alle 10 si passa al secondo succo, Prato, con ananas bio, cetriolo bio, pera bio, limone bio, peperoncino bio. L’ananas é drenante e aiuta a riattivare il metabolismo, il cetriolo, depurativo.  Alle 11, come sempre, inizio ad avere dei crampi allo stomaco, di solito quando lavoro da casa, come oggi, mi alzo e mangio pane e formaggio o dei biscotti al cioccolato. La tentazione é forte ma resisto. Mi sforzo a bere perché, come dicevo, di solito non vado più in là di mezzo litro di liquidi al giorno, e con i primi due succhi sono al primo litro. Ore 12-14, Nuvola, con mandorla bio, nocciola bio, cannella bio e acqua. Questo succo si differenzia da tutti anche per quello che riguarda la consistenza, é più denso, ed arriva nel momento della giornata in cui di solito mangio qualcosa di fretta, un tramezzino, o pasticcio con quel che trovo in casa, non amo cucinare come potete capire. La sensazione di fame scompare. Ore 14-16, é il momento di Sole, un pieno di betacarotene e vitamina C con carota bio, mela bio, limone bio, pomplemo bio, peperoncino bio. Sono a quota due litri e non riesco a crederci. Ore 17-20, Rubino, il succo mela bio, carota bio, barbabietola bio, limone bio. Lo porto con me quando vado a prendere mio figlio a scuola, e a casa mentre preparo la merenda mi vien voglia di mangiare qualcosa ma resisto. Alle 19 ho un pò di crampi allo stomaco. Per continuare il detox anche il giorno successivo decido che é meglio mangiare qualcosa, e così preparo un brodo vegetale. Frullo qualche pezzetto di verdura e aggiungo peperoncino e pepe nero. Sedermi a tavola e consumare quella sorta di purea placa la fame, che poi non era così forte in fin dei conti. Ore 21-23 concludo la serata con Bosco, mela bio, cavolo riccio bio, limone bio, prezzemolo bio e zenzero bio.

Martedi 12 febbraio: secondo giorno programma Detox Classico di Depuravita

La mattina appena sveglia la prima cosa che noto é che non ho la bocca impastata, come mi capitava sempre più spesso da mesi, e mi sento decisamente più sgonfia. Ho una giornata intensa, e mi aspettano due appuntamenti di lavoro al mattino. Dopo aver accompagnato mio figlio a scuola, e bevuto il primo succo della mattina, Germoglio, porto Prato e Nuvola con me in borsa. Rientro a casa alle 14 e non solo non ho fame ma mi sento piena di energia. Continuo a bere succhi fino a sera fino a quando alle 20 mi preparo il solito purea di verdure, a cui aggiungo peperoncino e pepe nero, perché sento i morsi della fame, e vado a dormire felice e serena dopo aver bevuto Bosco, ultimo succo del Detox Classico di Depuravita.

Mercoledi 13 febbraio: the day after il programma di Detox Classico di Depuravita della durata di due giorni

Appena sveglia vado subito a guardarmi allo specchio, la mia pancia è praticamente sparita e già questo per me é emozionante. Inoltre la pelle del viso è più idratata del solito. Bevo una tazza di tè accompagnato da due fette biscottate integrali con burro e miele bio. Prima di uscire per una serie di appuntamenti, poiché ho eliminato la bilancia in casa, provo una serie di pantaloni che di solito indosso, per capire quanto peso posso aver perso. Sono decisamente più snella soprattutto sulle cosce. I pantaloni scivolano invece di tirare sui punti critici. Eureka! Poi esco ma a metà mattinata, dopo non aver bevuto più nulla dal tè del mattino, inizio ad avvertire sete, e sbaglio perché bevo solo un bicchiere di acqua ad un evento, poi rientro a casa e mi preparo una tisana. La sera cena con legumi e verdura.

da Giovedi 14 febbraio a Domenica 17 febbraio

Giovedi pranzo con un’amica in un ristorante cinese che amo, e rimango sorpresa nel constatare che nonostante ordino solo un piatto, tra i miei preferiti, non riesco a digerire e mi sento gonfia. Ma la cosa più strana é la sete furiosa di cui inizio a soffrire quando passano le ore tra un bicchiere d’acqua e l’altro, perché ho ripreso le cattive abitudini.  Una sete terribile, furiosa, mi assale e monopolizza ogni mio pensiero. Sono cotretta ad arrendermi a fermarmi in un bar e comprare una bottiglietta d’acqua, non mi era mai successo. A casa mi riassale la sete e mi preparo diverse tisane, fin quando si placa, ma solo quando raggiungo il classico litro e mezzo di liquidi.

Tirando le somme di questa esperienza devo ringraziare il programma Detox Classico di Depuravita perché finalmente ho preso l’abitudine di idratarmi consumando il classico litro e mezzo di liquidi, anche perché se non lo faccio il mio corpo si ribella, mentre prima non lo faceva. Ho ridotto inoltre drasticamente gli zuccheri, quelli dei dolci principalmente, quasi scomparsi dalla mia dieta, il solo giorno che sono caduta in tentazione e ho strafatto sono stata colta da una nausea terribile. E’ un’esperienza che rifarò e forse la prossima volta forse potrei allungare di un ulteriore giorno il programma detox, anche perché i succhi che ho provato erano tutti buonissimi e prodotti con ingredienti bio.