Gucci makeup: puro glamour. La mia recensione dei rossetti

 

Come una diva. È la prima cosa che ho pensato quando ho visto i prodotti di di Gucci makeup

Perché non si tratta di semplici rossetti o ciprie, ma oggetti da collezionare. Ricordano un glamour ormai scomparso, fatto di donne sofisticate e femminili che non uscivano mai di casa senza guanti e capello.

Belli i colori dei rossetti e le texture, che scivolano sulle labbra come la seta. Bellissimi i packaging, di ispirazione vintage, in metallo dorato inciso diverse decorazioni di ispirazione Art Déco.

I profumi del makeup Gucci, in particolare quello dei rossetti è un viaggio nel tempo, hanno lo stesso odore di quelli che mia nonna aveva gelosamente conservato, una bellissima violetta, e che ho sperato inutilmente, per anni, che mi regalasse.

Ma veniamo ai rossetti provati. Un rosso sfacciato matte, Goldie Red 24; un nude cremoso satinato The Panted Veil 201; e poi c’è Mildred Rosewood 203 . Un un rossetto dal finish trasparente brillante e luminoso

I rossetti sono pensati per essere sovrapposti e sfumati tra loro, per dare vita a nuove colorazioni e finish diversi. The Panted Veil e Mildred Rosewood possono essere usati come blush, per aggiungere una nota di colore alle guance.

Be first to comment

Rispondi