Mazzolari by Marina Mazzolari: la mia recensione del nuovo brand di skincare d’alta gamma

Lei, è Marina, super esperta beauty, e figlia del founder della delle Profumerie Mazzolari, indirizzo cult tra le milanesi. Per la prima volta è scesa in campo con una linea di skincare che porta il suo nome, e che sto testando da un mese. Curiosi di sapere cosa ne penso?

Da oltre mezzo secolo Mazzolari, a Milano, é l’indirizzo di riferimento per tutti gli amanti del beauty. Gli spazi dei suoi otto punti vendita, localizzati nelle zone più chic della città, sono frequentati da sempre dalle milanesi più esigenti, alla ricerca del meglio per quello che riguarda la cosmesi e i profumi di alta gamma. Immaginate quindi la mia curiosità quando sull’account Instagram di Marina Mazzolari (una dei figli di Augusto, il founder) ho visto comparire le prime foto della nuova linea di skincare che porta il suo nome Mazzolari by Marina Mazzolari.

Ho contattato dunque Marina perché ero curiosa di provare i prodotti, naturalmente, ma anche di scoprire il perché ha deciso di mettersi in gioco solo ora.  Ho scoperto così che Marina aveva in mente il progetto da anni ma, nonostante le sue conoscenze, non era riuscita mai a trovare chi fosse sulla sua stessa lunghezza d’onda, fino a quando non ha incontrato Rita Rizzi, cosmetologa, ed ha capito di aver finalmente incontrato la persona giusta.

Partendo dall’heritage di Mazzolari, e dalle richieste di Marina, Rita Rizzi ha sviluppato una linea di skincare di lusso, 100% Made in Italy, caratterizzata da ingredienti di alitssima qualità, nessuna sostanza inutile (vedi conservanti, ftalati, siliconi and Co) e packaging sostenibile. Tra gli ingredienti di punta dei prodotti, le cui formule sono un mix di principi attivi botanici e di sintesi, i probiotici, di cui si sente molto parlare negli ultimi anni. Probiotici che non sono altro che microrganismi viventi che popolano il nostro microbioma.  In particolare la cosmetologa, ha inserito nella formula il lactobacillo lactococcus, che aiuta a mantenere inalterato il microbioma della pelle, e poi acidi ialuronici con diversi pesi molecolari, per una super idratazione, Vitamina A palmitato, che rende la pelle più compatta e spessa, peptidi che stimolano la sintesi di collagene e rimpolpano, ceramidi per l’elasticità.

La linea attualmente é composta da un booster rimpolpante e una crema anti age con due diverse texture, leggera e ricca.

L’aspettativa, inutile negarla, era alta, parliamo di una donna che, grazie al lavoro sul campo, non solo conosce le esigenze e i gusti in tema skincare di migliaia di milanesi, ma che ha modo di testare, di persona tantissimi prodotti.

La prima cosa che ho avuto modo di apprezzare é che Marina, presentandomi il brand, non ha fatto promesse eclatanti, quel genere di promesse che generano tante aspettative, ma che poi si concludono in un nulla di fatto.  Marina mi ha parlato di prodotti altamente performanti pensati per rallentare il tempo ma soprattutto per idratare, rimpolpare, e illuminare la pelle, grazie ad un booster che potenzia l’effetto della crema in base alle esigenze personali. Marina sa bene infatti che noi donne, oltre ad essere esigenti in tema di skincare, non siamo mai completamente soddisfatte; della texture, il tipo di idratazione etc. E così ha pensato ad un prodotto, il booster, come un prodotto multitasking da usare da solo, applicato sul viso umido, come siero prima del trattamento successivo, o da aggiungere (bastano poche gocce)  alla crema, per potenziare gli attivi della crema, o finanche al fondotinta per un effetto glowing.

Booster che altro non é che un olio vegetale tra i cui ingredienti spicca il fiore di asparago della mongolia, che ha simula l’effetto lipofiller, e una miscela di oli di macadamia, mandorla, germe di grano, cocco.

Come dicevo sto testando da un mese sia il booster che la crema della linea Mazzolari by Marina Mazzolari skincare ed ecco quello che penso:

Radiance, olio rimpolpante per il viso, Mazzolari by Marina Mazzolari recensione:

Sono un amante degli oli, non mancano mai nella mia beauty routine. Questo è completamente diverso dagli altri che ho avuto modo di testare. La texture è infatti leggerissima, più liquida degli altri oli, e ha una capacità di penetrazione immediata. Una volta applicato lascia la pelle morbida ed idratata con un effetto glowing, ma zero untuosità. Basta applicarlo sul dorso di una mano per vedere subito la differenza della pelle, prima e post applicazione. La profumazione è leggermente fiorita, un fiorito piacevole e non invadente. Si può aggiungere anche, come booster, per potenziare i trattamenti di altri brands.

Sublime crema ricca Mazzolari by Marina Mazzolari recensione:

Naturalmente avendo la possibilità di scegliere tra le due tipologie di texture della crema ho optato, come sempre, per la versione ricca. Non sono un amante delle texture leggere. Amo, da sempre, l’effetto cooconing sulla pelle delle texture più corpose. Nel caso di questa crema parlerei di texture sorbetto, per quanto é piacevolmente morbida e vellutata. L’ho usata sia da sola, applicandola mattina e sera dopo il siero che con l’aggiunta di qualche goccia di siero. Ha una profumazione fiorita e si assorbe perfettamente lasciando la pelle bella morbida ed idratata.

Dopo 15 giorni ho iniziato a vedere dei notevoli miglioramenti; ovvero un alto livello di idratazione, maggiore luminosità e l’ovale più ridefinito. Non so come spiegarlo ma mi vedo meglio, vedo i tratti del viso più rilassati e meno tesi, la pelle più uniforme. Posso dire che fino a questo momento il risultato supera le aspettative e che attendo con ansia il lancio di un nuovo prodotto, preferibilmente un contorno occhi.

Be first to comment

Rispondi