I prodotti di [ comfort zone ] che ho testato

Due antiage e un super idratante; ecco cosa ne penso dei prodotti di [ comfort zone ] che ho testato e dove provarli…

Ho 48 anni, anche se a parer degli altri ne dimostro dieci di meno. I geni sono dalla mia parte, in famiglia sembrano tutti più giovani della loro età, ma sia mia madre che mia nonna avevano più rughe di me ai tempi, nonostante loro hanno sempre vissuto in collina in un paese del Sud Italia, mentre io ho passato gli ultimi 19 anni a Milano con la sua aria inquinata. Questo perché già prima dei trent’anni, al contrario di loro, mi prendevo cura del mio viso, in modo maniacale. A letto truccata sarò andata a dormire due volte in vita mia, e con grandi complessi di colpa, e da più di dieci anni evito il sole come un vampiro. Mi piace variare spesso prodotti e mi sono convertita da un anno alla beauty routine coreana che prevede dieci step.

Ci sono dei periodi in cui la mia pelle, che é già tendenzialmente secca, tende a disidratarsi ancora di più, anche perché nonostante tutta questa attenzione dimentico di bere, anzi bevo pochissimo per essere sinceri. In questo caso mi sono molto d’aiuto per ripristinare l’idratazione prodotti come quelli della linea Hydramemory di [ comfort zone ], una linea idratante pensata per le pelli secche che é un concentrato di acido ialuronico, acido ialuronico macro, olio di Moringa e un blend di estratti naturali. La Hydramemory Cream fa quello che promette, il risultato si sente sin dalla prima applicazione, nonostante la texture é leggera la crema va ad idratare perfettamente per ore la pelle. Comfort assoluto.

Sublime Skin invece é una linea che si ispira ad alcune tra le procedure di ringiovanimento dermatologico di maggior successo quali lipo e hydro-filler, peeling avanzati ed é realizzata con ingredienti di origine naturale (fino al 92%) che prevedono l’abbinamento di acido ialuronico con l’estratto di peonia albiflora. Il primo é l’antiage per eccellenza: attira e trattiene l’acqua, mimando l’effetto hydrofiller, la seconda riproduce l’effetto lipo filler e mantiene attivi i lipidi. Insieme donano turgore e restituiscono volume. C’è poi la plantago lanceolata, una pianta perenne, che previene le macchie senili e dona luminosità.

I prodotti che ho testato sono Sublime Skin Eye Patch, e Sublime Skin Peel Pad. I primi sono patch per occhi dall’effetto immediato, che danno al contorno occhi un’aspetto più fresco. Ho la fortuna di non avere occhiaie e borse, e poche rughe nell’area del contorno occhi, per quel che mi riguarda i patch danno il massimo effetto quando dormo poco, spesso, e mi sveglio con l’aria stanca e gli occhi gonfi. Una volta rimossi i patch la zona del contorno occhi é praticamente perfetta.

Sublime Skin Peel Pad sono dischetti monodose esfolianti a base di alpha e poli-idrossiacidi. Che esfoliano, levigano e danno luminosità alla pelle. Si usano a giorni alterni e lasciano la pelle liscia. Mi piace molto l’idea del monodose perché è comoda e puoi portarla anche in viaggio.

Una buona occasione per provare i prodotti del brand é la Longevity Week, iniziativa di Comfort Zone finalizzata a diffondere la cultura della bellezza, della salute e della longevità della pelle. Dal 19 al 24 novembre in circa 550 spa e istituti Comfort Zone in tutta Italia sarà proposto il trattamento viso SUBLIME SKIN PEEL EXPRESS, della durata di 30 minuti, ad un prezzo esclusivo di € 25,00. Sarà inoltre possibile acquistare i prodotti homecare della linea Sublime Skin con uno sconto di € 20,00 su ciascuno di essi.