Shampoo solidi: arrivano quelli di Davines

Il packaging dei prodotti di bellezza? Un problema. Pellicole, scatole, contenitori e tappi, che per quanto realizzati in plastica riciclata ad un certo punto finiscono il loro ciclo di vita e in discarica o nei casi peggiori in mare. Secondo una stima del WWF, infatti, ogni anno circa 570mila tonnellate di plastica finiscono nel Mar Mediterraneo (circa 33mila bottigliette al minuto), immaginate quindi negli oceani a fine anno quanta plastica finisce. 

Cresce l’interesse per i prodotti beauty “solidi” e privi di packaging in plastica che ha invaso il nostro pianeta, non basta avere le formule clean, perché i consumatori sono molto sensibili anche all’impegno a favore dell’ambiente.

Dallo shampoo al detergente viso-corpo, dal deodorante al dentifricio e al profumo, il trend del solido è in ascesa. Fra i più usati al momento ci sono gli shampoo: venduti sfusi o dotati di packaging essenziale, come quelli di Davines, che ha prodotto, in forma solida, alcuni dei loro shampoo best seller 

Volu Shampoo Bar dona volume e corpo ai capelli fini. Momo Shampoo Bar è idratante per capelli secchi o disidratati. Love Shampoo Bar per capelli crespi o indisciplinati. Dede Shampoo Bar per una detersione quotidiana delicata per tutti i tipi di capelli

SHAMPOO SOLIDO COME SI USA?

  1. Si bagnano con acqua strofinandoli tra le mani per facilitare la creazione di una schiuma morbida e cremosa. 
  2.  Si applica la schiuma sui  capelli bagnati, massaggiando e avendo cura di distribuire uniformemente. La sensazione potrebbe essere un po’ differente rispetto a quella provata con gli shampoo liquidi tradizionali, ma la schiuma è ricca e soffice. 
  3. Meglio applicare lo shampoo sulle mani e non direttamente sulla cute,  per calibrare la giusta quantità di shampoo evitare sprechi e far durare la saponetta più a lungo.
  4.  Sciacquate abbondantemente.
  5. Procedete con il balsamo preferito e lo styiling.   

Fra un lavaggio di capelli e l’altro meglio conservare la shampoo bar all’interno di un contenitore protettivo facendolo ben asciugare prima. 

More from Vanessa Caputo
Ti racconto un profumo: Terroni di Orto Parisi
Metti un profumo dal nome provocatorio: Terroni di Orto Parisi, un gruppo di...
Read More

Rispondi