Rossetto: guida definitiva sotto forma d’infografica

Guida definitiva alla scelta del rossetto: dal colore giusto in base all’incarnato, a come indossarlo senza sbavatura, e molto altro ancora, grazie all’infografica irresistibile  del sito Stylight 

C’è chi lo usa solo rosso, chi cambia nuance in base all’abito, chi è alla perenne ricerca del colore giusto; rossetto croce e delizia di ogni donna. Indispensabile accessorio di seduzione il rossetto è uno dei prodotti beauty più amato e acquistato dalle donne. Le fan del rossetto non saranno deluse di scoprire che sul mercato ormai si trova di tutto: dai brand specializzati come Lipstick Queen, alle maison che creano rossetti su misura, fino ad arrivare alla App che aiuta a scegliere il colore giusto per ogni incarnato. E per le eterne indecise tra il colore da comprare, la texture più adatta ecco la preziosissima guida alla scelta del rossetto pubblicata dal sito Stylight di cui riportiamo parte dell’articolo e l’infografica.

 

Come scegliere il colore del rossetto

Quando si tratta di scegliere il colore di rossetto, abbiamo tutte l’imbarazzo della scelta. Classico intramontabile rosso, nude da giorno o fuxia per colpire? Difficile. Un metodo molto efficace sta nel considerare due fattori: il colore della vostra pelle (c’è chi dice persino quello dei capezzoli) e ovviamente l’occasione in cui intendete sfoggiarlo. Serata o shopping con le amiche, via libero ai toni del rosso e rosa, mentre per un appuntamento consigliamo sempre i colori nude, più eleganti e discreti. Chi ha la pelle di porcellana può puntare alle tonalità morbide del pastello, mentre le carnagioni più scure oseranno liberamente con quelle più intense. Anche se poi, ovviamente, de gustibus. Un altro indizio che potreste seguire? Osservate le vostre vene dei polsi. Se appaiono verdastre significa che avete un tono caldo, quindi puntate su colori vicini all’arancione e al pesca. Se invece appaiono simili al blu-azzurro, replicate questa tonalità fredda nel rossetto, attraverso colori vicini al blu e al viola.

La texture giusta del rossetto

Quando esisteva un solo tipo di texture la vita era molto più facile. Ma forse anche meno divertente. Oggi, come se non bastasse interrogarsi sul colore, ci impieghiamo sei ore a scegliere tra il lipstick in crema, matte, liquido, semiliquido e chi più ne ha più ne metta. Ogni alternativa ha i suoi pro e contro da considerare prima di procedere con l’acquisto. Il rossetto in crema assicura idratazione e un effetto morbido molto seducente, ma svanisce in fretta e – peggio del peggio – rischia di rimanere attaccato ai denti. Il matte d’altro canto dura di più, però rischia di creare delle crepe sulla pelle secca e screpolata. Se avete più tempo e precisione da dedicare alla stesura, puntate sul rossetto liquido, che regala alle vostre labbra un colore d’effetto super intenso. La matita per le labbra è un must have di importanza fondamentale – se non necessaria – per la stesura del vostro rossetto. Rinforzando la pelle grazie a sostanze nutrienti come olii e burro, aiuta anche a tracciare il contorno labbra e a fissare il colore. Il lip stain è una vera e propria novità in tema lipstick perché assicura una tenuta a lunghissima durata insieme ad un effetto naturale. Ricordate soltanto di applicare una buona base di crema per mantenere le labbra idratate.