L’Éclair de Génie: il nuovo indirizzo cult a Milano

Ha aperto a Milano L’Éclair de Génie, pasticceria parigina cult, mecca dei gourmand di tutto il mondo, dove gustare il dolce di pasta choux diventato famoso grazie a Christophe Adam.

La prova costume ormai è passata, é tempo di concedersi peccati di gola e nulla é più peccaminoso di un bel dolce farcito di succulenta crema, soprattutto se il dolce in questione arriva dalla Francia dove é diventato un cult. Dimenticate però per un attimo gli inflazionatissimi macarons perché a Parigi da tempo spopolano gli “éclairs”: sottili bignè di pasta choux glassati e farciti di crema, tanto che chi l’aveva scoperti approfittava delle visite in città per farne scorta. Un dolce tradizionale francese diventato cool grazie allo chef stellato Christophe Adam che ha reinterpretato l’éclair con un twist contemporaneo, come non si era mai visto, e l’ha fatto diventare il protagonista del suo L’Éclair de Génie, boutique di alta pasticceria aperta nel cuore del Marais, mecca dei gourmand di tutto il mondo. I fan italiani delle creazioni di Christophe Adame vedono i loro desideri finalmente esauditi perché i dolci di pasta choux de L’Éclair de Génie, dopo aver conquistato Francia, Giappone e Hong Kong, arrivano nel nostro paese. L’Eclair de Genie infatti ha appena inaugurato due punti vendita a Milano: in Corso Garibaldi 55 e Corso di Porta Ticinese 76, dove c’è anche il laboratorio a vista, per offrire ai golosi in città sterminate distese di lucidi e invitanti dolcetti. Impossibile resistere. Ogni mese nasce una nuova collezione di éclairs, con decorazioni e farciture sempre diverse, che si affianca ai grandi best seller come il caramello al burro salato e il cioccolato grand cru. Tutti da provare. E per chi già conosce gli éclair e vuole farsi tentare da qualcosa di nuovo ci sono i chouglace: pasta choux con gelato artigianale. In occasione dell’apertura in Corso Garibaldi abbiamo intervistato Monsieur Adam, lo chef che ha portato una ventata di freschezza nella pasticceria francese, e non solo.

Prima memoria legata al mondo della pasticceria. Le crêpes con zucchero e burro.

Dessert preferito da bambino. Il gateau allo yogurt che mi preparava mia mamma.

Dessert preferito. Crème caramel, ma la ricetta originale.

Il dessert che ama cucinare per gli amici. Tarte Tatin.

Un classico della pasticceria francese che le piacerebbe rivisitare. Paris Brest, tartellette e macaron.

Dove trova l’ispirazione per i nuovi gusti e decorazioni? Viaggiando, leggendo giornali. Tutto mi ispira. Porto sempre con me un quaderno, una sorta di moleskine, dove appunto tutto e ne parlo con i miei collaboratori, e poi insieme allo chef trasformo la mia idea in prodotto.

Un odore e un ricordo a lui legato. Il caramello, mi ricorda gli anni quando ho iniziato l’apprendistato in pasticceria.

Il dessert con l’odore più irresistibile. Il profumo della pasta choux che cuoce nel forno.

Tra gli ingredienti che usa in cucina quello di cui ama l’odore. Decisamente la vaniglia.

Il profumo che ama indossare: una classica Eau de Cologne.

 

Tags from the story
,
More from Vanessa Caputo
GENTLEMEN ONLY: IL BARBIERE DELL’ARISTOCRAZIA
Per i gentlemen londinesi è un'istituzione. Eccellente servizio, prodotti di altissima qualità,...
Read More

Rispondi