Féminité du Bois Limited Edition di Serge Lutens, la mia recensione

Tutto nasce dall’ossessione per un odore, quello del legno di cedro dell’Atlante, che Serge Lutens sentì per la prima volta durante il suo primo viaggio in Marocco nel 1968.

Un legno dall’odore caldo e fresco, con note dal carattere speziato. Il cedro, di cui dice Lutens, che al taglio sviluppa un aroma così sensuale da percepirlo come una nota animale.

Da quel momento in poi Serge Lutens persegue un solo obiettivo: tradurre questo legno in un profumo. Féminité du Bois viene lanciato nel 1992, inizialmente per il brand Shiseido. Crea subito molto scompiglio nel mondo delle fragranze per l’interpretazione della nota del legno di cedro, utilizzato in profumeria principalmente come nota di fondo nelle fragranze maschili.

In Féminité du Bois il legno di cedro é il protagonista, ed è il primo profumo a contenere così tanto cedro, il tutto esaltato da spezie e toni floreali.

Dopo essere stato discontinuato da Shiseido, Féminité du Bois è entrata a far parte della collezione di profumi SergeLutens nel 2009, anche se la formula originale del 1992 ha subito delle variazioni, causa anche delle restrizioni sulle materie prime che vengono imposte periodicamente dall’IFRA.

Questo in foto è Féminité du Bois Limited Edition, un’edizione limitata, uscita da pochissimo.

L’apertura é potente, sciropposa e speziata, con note fruttate, spezie e il cedro. La scia è ultra sensuale, con cremoso legno di sandalo, benzoino e vaniglia.

More from Vanessa Caputo
Abbronzatura: le Apps per proteggere la pelle
Ci segnalano quando é il momento di applicare il solare o se é...
Read More

Rispondi