Profumi: quando scadono?

Photo: credit www.heyclaire.com

A differenza delle creme o il makeup i profumi non hanno una data di scadenza, ci sono però delle regole da seguire per farli durare più a lungo. Scopriamo quali..

1. I profumi che contengono forti note di fondo come quelle legnose, vedi patchouli e vetiver, migliorano con il tempo oltre che durare più a lungo. Un esempio sono i profumi orientali, come Yves Saint Laurent Opium o Calvin Klein Obsession,  Gli agrumati  e i profumi floreali non durano a lungo perché sono più leggeri e tendono ad evaporare più velocemente.

2. La luce solare diretta e il calore sono nemici del profumo, così come qualsiasi ambiente con una temperatura che fluttua, come l’interno dell’auto o il bagno, che rovinano i profumi. Il posto migliore per riporre i profumi é al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto;  un cassetto della biancheria intima, un armadio, o anche il frigo, che manterrà gli ingredienti e oli pregiati.

3. Altro nemico dei profumi? L’aria, al cui contatto gli ingredienti vengono contaminati facendolo ossidare. Assicuratevi che i tappi siano ben chiusi. se viaggiate spesso scegliete un profumo solido, la cera lega gli ingredienti ed estende in modo significativo la durata di conservazione.

4. Se amate i profumi e tendete ad usarne più di uno a rotazione scegliete quelli con un più alto contenuto di alcol, dureranno più a lungo (sia in bottiglia che sulla pelle). Preferire gli estratti di profumo o le Eau de Parfum agli Eau de Toilette.

Rispondi