Purple Suede di Goldfield & Banks: la mia recensione

 

Si ispira ai paesaggi mozzafiato dell’Australia Goldfield & Banks, la linea di profumi creata Dimitri Weber.

Belga-francese Dimitri prima di trasferirsi in Australia viveva in Europa dove ha lavorato per Chantal Roos, la mente dietro i lanci di fragranze di successo, tra cui Opium di Yves Saint Laurent, o The Male di Jean Paul Gautier. La collezione Goldfield & Banks è un’intelligente fusione tra il patrimonio australiano, fatto di essenze e oli australiani puri e rari,  estratti da semi, legni, fiori, radici, baccelli e frutti autoctoni con prodotti botanici provenienti da tutto il mondo.

Il nome è un omaggio al naturalista britannico Sir Joseph Banks, che salpò per l’Australia catalogando migliaia di esemplari botanici. Durante i suoi viaggi attraverso l’Australia, Dimitri ha avuto modo di apprezzare alcune delle 24.000 specie di flora nativa, alcune delle quali sono già utilizzate dai profumieri di tutto il mondo; il sandalo australiano per esempio, così come l’eucalipto e la boronia.

La nuova fragranza del brand Purple Suede è un omaggio alla lavanda della Tasmania, introdotta in Tasmania un secolo fa dalla Provenza. Lavanda che è in coppia con la pelle, una combo davvero interessante, per chi come me ama entrambe le note.  

Purple Suede si apre con la freschezza aromatica della lavanda della Tasmania per poi rivelare la sensualità del cuoio e dell’ambra, amplificata dalle note animaliche dello zibetto. Oud, patchouli e legni danno profondità.

Purple Suede è sofisticato, misterioso, sexy, avvolgente, un profumo perfetto per questa stagione, un profumo da seduttrici e seduttori 

 

More from Vanessa Caputo
Lip Lift di Ioma Paris: cosa ne pensa Marcella Bartucci
Le lettrici di Beautyscenario.com hanno testato per tre settimane Lip Lift di Ioma Paris, un...
Read More

Rispondi