Zero di Comme Des Garçon : la mia recensione

Secondo Comme Des Garçons Zero, la nuova fragranza composta da Fanny Bal, sotto la direzione creativa di Christian Astuguevieille, rappresenta “un’espressione radicale di semplicità; un reset, l’antitesi dell’eccesso…”.

Ho una passione per i profumi di Comme Des Garçon, perché sono sempre fuori dagli schemi, come lo è la moda di questo brand giapponese amatissimo dalle fashion victim.

Zero di Comme Des Garçons ti sorprende dal primo spruzzo perché si apre con questa nota intensa di vernice che lascia senza parole per poi dare spazio ad un piacevolissimo cedro corposo, raccolto a mano ed estratto utilizzando l’energia idroelettrica. Nel cuore un accordo di rosa volutamente sintetico che si mescola a un vetiver haitiano, di provenienza equa, che rafforza la terrosità del cedro. Sulla pelle rimane morbido, avvolgente, uno skin scent. Non male per una creazione che sia apre in modo così sorprendentemente dirompente per poi diventare quasi intimo.

 

 

 

More from Vanessa Caputo
Simone Belli: i consigli del famoso make-up artist delle celebrities
Dalla cipria che nasconde le discromie, al fondotinta super leggero con tenuta...
Read More

Rispondi