Born To Stand Out: Jun Lim

BORNTOSTANDOUT®  è il primo brand di profumi di nicchia coreano. Ha debuttato a Pitti Fragranze lo scorso  settembre e tra qualche settimana lo vedremo a Milano da Esxence. In un settore dove l’opulenza dei packaging è dominante, il loro, che è minimal chic, conquista, così come la scelta dei nomi delle fragranze. E i profumi? Io li ho sentiti tutti e sono decisamente accattivanti, molti creano dipendenza, tipo il mio adorato Drunk Saffron. Ho avuto il piacere di intervsiatre il founder Jun Lim durante il lancio delle nuove fragranze a Milano….

Prima memoria olfattiva. Versace Blue Jeans, che è ancora in produzione. E’ stato il primo profumo che ho comprato, avevo 15 anni, e che mi ha appassionato al mondo delle fragranze.

Come è iniziata la passione per i profumi e quando hai deciso di trasformarla in un brand? Ho iniziato come collezionista, ho centinaia di profumi sparsi in tutta la casa, ne compro di continuo, molti anche  in blind. Lavoravo nel mondo del bank investiment, nel settore cosmesi, avevo quindi la capacità e la conoscenza per poter avviare un mio brand ed è quello che ho fatto, anche se è stato rischioso perché siamo stati il primo brand coreano di fragranze di nicchia.

Tutti conoscono la k-beauty ma non abbiamo idea dei gusti in tema fragranze dei coreani… I coreani amano i floreali delicati e leggeri, i profumi che odorano di pulito, le fragranze inoffensive, facili da indossare o molto indossabili.  La nicchia è arrivata dieci anni fa circa con Jo Malone come apripista, seguito da Byredo e Diptyque. 

Qual è il vostro best seller in Corea? Dirty Rice, uno skin scent leggero, inoffensivo e molto sensuale. La fragranza più indossabile per il pubblico coreano. Le altre nostre fragranze sono molto intense, persistenti, e possono essere percepite offensive, ovvero dare fastidio a chi sta vicino. Il nostro è considerato un brand molto di nicchia.

Qualcosa sta cambiando anche in Corea per quello che riguarda la profumeria di nicchia? Siamo una nazione molto conservatrice per cui da noi continuano a funzionare le fragranze che qui in occidente sono considerate skin scent e office safe, le fragranze che odorano di pulito per essempio, i floreali leggeri stile Blanche di Byredo.

3 aggettivi per descrivere Born To Stand Out: Sporco, divertente, addicted. Sono 3 aggettivi che contraddistinguono ogni nostro profumo, la vita è fin troppo seria e vogliamo che i nostri profumi siano divertenti. 

Best seller. Dirty Rice, Drunk Saffron e Sugar Addict.

La fragranza che più rappresenta di più il vostro DNA. Nanatopia e Happy Nuts.

Ci parli degli ultimi lanci? Nanatopia è una fragranza sensuale e avant-garde per amanti della nicchia. La banana è una nota che viene usata poco in profumeria, i profumieri non amano utilizzarla, la nostra versione non è gourmand ma ha nuance animaliche e anche liquorose che danno una texture dirty. Happy Nuts: tra gli ingredienti ha il pistacchio, note di sesamo e mandorle.  E’ cremosa e ha un overdose di ambra. Nel drydown è boozy e sensuale. Mad Honey si ispira ad un miele dal potere psicotropo prodotto in Nepal, in alveari posti a oltre 2500 metri di quota, generalmente su pareti strapiombanti. usa una overdosa di rosa damascena per neutralizzare l’odore del miele. Volevo creare qualcosa fuori dagli schemi e penso di esserci riuscito.

Collezioni qualcosa? Arte e profumi. 

Un odore che odi. Non amo l’odore di alcuni fiori, tipo i fiori bianchi, perché é troppo intenso, così come nei profumi non amo le note verdi e terrose.

Un odore che ami. Amo i profumi gourmand e le note animaliche, tipo il castoreum. Se combinate con i gourmand sono molto intossicanti, amo anche le note liquorose. Le mie fragranze sono il riflesso di quello che amo.

Se fossi un odore? Il muschio. Naturale, sporco, sensuale e addictive. 

Un odore senza cui non puoi vivere. Lodore dello zucchero. 

 

More from Vanessa Caputo
Beauty routine: Elisa Bellino, fashion blogger
Alla scoperta della beauty routine di Elisa Bellino, fashion blogger e founder di Theladycracy.it,...
Read More

Rispondi