Capelli arcobaleno: sempre più di moda

Stanche del solito colore? Date ai vostri capelli una sferzata multicolor.

La popstare Rhianna, che che cambia colore di capelli più di quello degli abiti, ci aveva fatto credere che “Grey is the new black”, messaggio che accompagnava una sua foto con chioma color grigio postata sul suo profilo Instagram. Facendo intravedere la speranza che il “granny style” fosse stato ormai sdoganato, dopo l’ennesima celebrities avvistata con chioma argento. In realtà il colore più gettonato per i capelli nelle ultime stagioni è un mix multicolore.

Se per un tempo immemorabile le uniche opzioni di colore tra cui scegliere si limitavano alla triade bruno, biondo e rosso (più le loro varianti) la tendenza vede i capelli assumere la scala cromatica dell’arcobaleno. Tutto ha avuto inizio con la modella Charlotte Free, che dei suoi capelli rosa ha fatto il suo trademark. Da allora in tante hanno iniziato a imitarla, le più prudenti colorando solo le punte, mentre le più audaci hanno iniziato a sfoggiare nuance sempre più ardimentose. Fino a diventare incontenibili e sfoggiare l’intera palette dei colori tutta insieme. Una vera moda tra le ragazzine a cui si sono aggiunte, tanto per cambiare, diverse celebrities.

Ma se in Italia è difficile imbattersi, nella vita di tutti i giorni, in ragazze dalla capigliatura variopinta basta fare un giro in rete per rendersi conto dell’entità del fenomeno. Proliferano tutorial su come colorare i capelli, a mo’ di tavolozza di un pittore, e abbondano i blog fotografici che recensiscono le sfumature più cool. Ci preme rincuorarvi che attualmente il fenomeno è strettamente legato al mondo adolescenziale e dintorni.

Nulla vieta però di buttarsi nella mischia, senza arrivare agli estremi della zazzera multicolor, poco consona a chi ha lasciato da tempo i banchi di scuola. Meglio optare per una variante che prevede una pennellata solo sulle punte, anche di un colore acceso. Adatta allo scopo la linea Hair Chalk lanciata da L’Oréal Professionnel,  i colori sono resistenti all’acqua in caso di pioggia, non richiedono decolorazione, si applicano in 5 minuti e durano mediamente un paio di shampoo. Così se mai non vi piacesse il risultato avrete poco da disperarsi.

 

 

Be first to comment

Rispondi