Serge Lutens: la recensione di tutte le mie fragranze

 

Serge Lutens? Un icona del mondo della profumeria ma anche un narratore che usa le fragranze come mezzi per esplorare storie profonde e personaggi intricati, rendendo ogni bottiglia di profumo un viaggio in un mondo ricco di emozioni e immaginazione.

Gli Esordi e la creazione del brand

Nato il 14 marzo 1942 a Lille, in Francia, Lutens ha iniziato il suo percorso nel campo della bellezza come hair stylist, ma è stato il suo talento nel make-up a catapultarlo nel cuore della moda parigina  attirand l’attenzione della rivista Vogue. La sua abilità unica nel trasformare i volti con trucchi innovativi e visionari lo rese un nome ricercato tra le riviste di moda di alta gamma. Collaborò con celebrità del calibro di Richard Avedon e Irving Penn, creando immagini iconiche che rimangono impresse nella storia della moda.

Negli anni ’80 fonda la sua compagnia di cosmetici e in seguito inizia una collaborazione storica con Shiseido come direttore creativo che lo porta  anche a Tokyo, dove Lutens si immerse nella cultura giapponese, arricchendo ulteriormente la sua visione artistica. Nel 1982, lancia il suo primo profumo con Shiseido, segnando l’inizio di una nuova era nella sua carriera.

Nel 2000 crea il brand di fragranze che porta il suo nome è che ha un approccio quasi cinematografico alla profumeria. Le sue fragranze sono complesse e narrative, spesso costruite attorno a temi oscuri o ricordi personali. Lutens preferisce note intense e profonde, come l’ambra, il muschio e il legno di sandalo, che caratterizzano molte delle sue creazioni. Maestro nell’uso delle spezie, delle resine e dei balsami, che creano profumi che sono sia avvolgenti che misteriosi.

Le Fragranze

Tra i best seller di Serge Lutens, “Ambre Sultan” è probabilmente il più iconico. Lanciato nel 2000, questo profumo è una celebrazione dell’ambra, ricca e opulenta, con tocchi di coriandolo, sandalo e resina. “Chergui”, un altro capolavoro, è una fragranza che evoca il calore del vento del deserto, con note di tabacco, miele e incenso. “Féminité du Bois”, originariamente creato per Shiseido e successivamente rilanciato sotto il proprio nome, è famoso per il suo innovativo accordo di cedro e prugna, un tributo alla forza e alla complessità della femminilità.

Sono un’appassionata delle fragranze di Serge Lutens ne possiedo diverse, iniziamo dall’ultima

La Fille Tour De Fer una bellisima rosa materica che si apre con le note effervescenti del pepe rosa e si intreccia con un iris sofisticato che gli da una nuance talcata

Muscs Koublai Khan una fragranza erotica, ma per intenditori, con la sensualità selvaggia delle note animaliche avvolte dalle resine e ingentilità dalla vaniglia e la rosa. Per belli/e e dannati/e.

Chi non ama il profumo fresco e pulito del bucato appena lavato e stirato? Serge Lutens cattura perfettamente quell’aroma con L’Eau Serge Lutens Eau de Parfum, che fa parte della collezione la collezione Matin Lutens.  Un odore candido, rassicurante, fresco. Un profumo minimal e discreto

Ecrin De Fumee un’apertura deflagrante! Praline al cioccolato fondente ripiene di liquore, con una leggera nuance animalica. Con il passare dei minuti l’odore del cioccolato diventa più denso, morbido, polveroso, per poi lasciare spazio alla dolcezza del tabacco.

Ambre Sultan per me la fragranza ambrata di riferimento. Un profumo di una sensualità estrema. Sontuoso, opulento. Ti fa sentire una regina

La Fille De Berlin  è incentrato su una nota di rosa ricca opulenta, con nuance verdi in apertura, le spine che proteggono la rosa. Una rosa rigogliosa, ma austera che  nella sua evoluzione svela delle sfaccettature che ricordano la confettura di rose

Poivre Noir di Serge Lutens è un pepe minimalista,  morbido  vellutato, elegantissimo che rispecchia il carattere del suo creatore.

More from Vanessa Caputo
Lip Lift di Ioma Paris: cosa ne pensa Valentina Lotterio
Le lettrici di Beautyscenario.com hanno testato per tre settimane Lip Lift di Ioma Paris, un...
Read More

Rispondi